Detrazione spese sostenute per persona disabile non autosufficiente nel 730

Detrazione spese sostenute per l’assistenza al disabile non autosufficiente, non tutte le spese possono essere detratte, ecco per quali spese rientrano con la detrazione del 19%.

Detrazione spese sostenute per persona disabile non autosufficiente ai fini Irpef, per persona non autosufficiente si intende colui che non riesce a compiere atti di vita quotidiana e ha bisogno di un’assistenza continua. In questi casi il costo per queste spese può essere inserito nella dichiarazione dei redditi annuali e fruire di una detrazione del 19% dell’intera spesa sostenuta. Il Fisco prevede una serie di agevolazioni fiscali sotto forma di detrazioni da inserire nella dichiarazione annuale (730 o Redditi). 

Detrazione spese sostenute per persona disabile nel modello 730

Il tetto di spesa che si può portare in detrazione è una spesa massima fino a 2.100 euro,  non spetta se  il reddito complessivo del contribuente è superiore a 40.000 euro. La normativa dal 1° gennaio 2020 è cambiata sul metodo di pagamento di queste spese, infatti, sono detraibili solo le spese il cui pagamento è avvenuto con mezzi tracciabili (bonifici, carte di credito, assegni bancari o postali, ecc.), i contanti non sono ammessi.

Queste spese devono essere inserite nel quadro E della dichiarazione dei redditi nei righi da E8 a E10 con il codice 15. Comprese le spese indicate nella Certificazione Unica con il codice 15.

La detrazione è ammessa anche se il familiare non autosufficiente non è a carico fiscalmente.

Le spese devono risultare da un’idonea documentazione, nello specifico i documenti da conservare sono: Ricevuta o fattura dal soggetto che ha erogato la prestazione di assistenza a persone non autosufficienti (nella fattura deve essere indicato in modo specifico la persona a cui si è prestata assistenza);

Certificazione medica attestante lo stato di disabilità con non autosufficienza.

La detrazione delle spese sostenute per persona disabile spetta a chi ha sostenuto la spesa o al titolare del contratto di assunzione del personale addetto all’assistenza del familiare.

La normativa prevede dei casi particolari

La normativa chiarisce che la detrazione sono detraibili anche se le prestazioni sono rese da una casa di riposo o di cura, da parte di un’agenzia interinale o da una cooperativa di servizi.

Se a prestare il servizio è una cooperativa che intrattiene il rapporto contrattuale di assistenza, la ricevuta o fattura deve contenere tutti i dati identificativi dell’assistito e di chi effettuare il pagamento e nello specifico la natura del servizio reso.

Nel caso del servizio prestato tramite agenzie interinali, nella documentazione deve essere specificata la qualifica contrattuale del lavoratore.

Non possono essere portate in detrazione le spese sostenute per lavoratori domestici che non sono inquadrati come addetti all’assistenza personale. Lo stesso discorso vale per i contributi previdenziali che in questo caso non sono deducibili ai fini del reddito.

Cumulabilità delle prestazioni e detrazioni

La detrazione spese sostenute per persona disabile non  autosufficiente non pregiudica la possibilità di usufruire di altre agevolazioni: deduzione dal reddito imponibile dei contributi previdenziali versati per colf e badanti. Questi contributi possono essere detratti, per la parte a carico del datore di lavoro, fino ad un tetto massimo di uro 1.549,37.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Ragioniera commercialista e revisore legale iscritta all'albo. Ha collaborato per molti anni con il Caf Tutela Fiscale e con la testata Investireoggi.it area Fisco e previdenza. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”