Detrazioni fiscali e ristrutturazioni: la CILA non va presentata. Ecco i chiarimenti dell’Agenzia

Detrazioni fiscali e ristrutturazioni si possono ottenere anche senza presentare la CILE, ciò è stato chiarito dall’Agenzia con una circolare

La richiesta delle detrazioni fiscali per le ristrutturazioni edilizie, deve essere fatta per lavori eseguiti in modo regolare anche sotto il profilo amministrativo. Nel caso in cui sono lavori per la quale va presentata la CILA, questa è necessaria anche per la richiesta delle agevolazioni. Se invece la CILA non va presentata per la realizzazione dei lavori, non sarà necessaria neanche presentarla per lo sgravio fiscale. Ciò è stato chiarito dall’Agenzia delle Entrate in risposta a un interpello presentato da un contribuente (allegato in basso).

Detrazioni fiscali e ristrutturazioni: l’Agenzia ha chiarito la necessita della regolarità amministrativa

L’Agenzia dell’Entrate nella sua risposta precisa che la regolarità sotto il profilo amministrativo è una condizione necessaria per poter fruire delle detrazioni fiscali riportate nell’art. 16bis del TUIR.

L’articolo su detto, oltre alle autorizzazioni amministrative indispensabili per l’esecuzione degli interventi di recupero del patrimonio edilizio, per ottenere la detrazione, non prevede altre procedure speciali o semplificate. Quindi sono necessari solo le procedure e i procedimenti necessari, stabiliti dalla vigente legislazione edilizia, in base alla tipologia di lavori che si intendono realizzare.

Detrazione fiscale e ristrutturazioni: circolare n. 13/E del 2019

La circolare n. 13/E del 2019 conferma che quando la normativa edilizia non preveda, per realizzare  interventi di recupero del patrimonio edilizio agevolati dalla normativa fiscale, nessun titolo abilitativo, in questo caso il contribuente che ha sostenuto le spese, può tramite una dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà, resa ai sensi dell’art. 47 del d.P.R. n. 445 del 2000, comunicare la data di inizio dei lavori ed attestare  che gli interventi posti in essere rientrano tra quelli agevolabili.

Per gli interventi che non è previsto la presentazione della CILA o titoli analoghi, facciamo presente che nel 2018 è entrato in vigore il DM 2 marzo 2018 del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, riportato qui, in cui sono elencati tutti gli interventi edilizi che non richiedono nessuna autorizzazione per essere iniziati.

Allegati:

Interpello n° 287/2019

Leggi anche:

Detrazioni per ristrutturazione casa al 50%, l’Agenzia introduce novità

 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instragram - Pinterest - Youtube

Maria Di Palo

Sono ragioniere programmatore, ho scoperto, grazie ad una buona amica, il piacere di scrivere e di condividere ciò che mi interessa, mi incuriosisce e mi appassiona. Mi piace trasferire agli altri le ricette della tradizione campana che la mia mamma mi ha lasciato in eredità e quelle nuove che amo preparare per la mia famiglia. Mi appassiona scrivere su tutto ciò che attrae la mia curiosità come argomenti di attualità e argomenti che riguardano il mondo della scuola. Amo anche esplorare luoghi nuovi e affascinanti.