Di Maio cavalca le onde della Terza Repubblica, Salvini pronto a governare, il Pd sconfitto

Il Movimento 5 Stelle fa il suo ingresso vittorioso nella Terza Repubblica, Matteo Salvini pronto a lanciarsi con il centrodestra verso un nuovo assetto politico. Renzi perde la sua corsa alle elezioni.

La Terza Repubblica ha fatto il suo ingresso. Un mondo “nuovo” inesplorato, con tanto da costruire e forse da ricomporre. Dove Di Maio è il vincitore, Salvini è pronto a partire con il nuovo governo di centrodestra, e il Pd esce dai giochi con le ossa rotte, ormai clamorosamente battuto.

Al di là di ogni semplice considerazione, una cosa è certa non si è trattato solo di un estremo voto politico. È il momento in cui il gioco cambia, entrano in scena nuove pensieri, le regole si mutano puntando nel colmare quel divario di bisogni diventato insostenibile. È accaduto nel lontano 1994 con Silvio Berlusconi, è successo oggi, dopo 25anni.

Trionfa clamorosamente il Movimento 5 Stelle e la Lega, mentre il Partito Democratico di Mattero Renzi muore, sconfitto da quell’onda che forse non è così tanto anomala come si vuol far credere.

La Terza Repubblica: un voto di protesta?

Un elettore su due ha accuratamente vagliato, ragionato, seguito un pensiero comune. È prevalso il buon senso del singolo proiettato verso il disagio collettivo, non un voto di protesta, né tanto meno di pancia. Un voto coltivato durante gli anni, una corrente di pensiero che si è fatta strada come un unico pensiero tra il popolo.

Nell’aria da tempo si respirava il clima votato al cambiamento. I segnali sono arrivati con la Brexit nel 2016, le elezioni di Donald Trump presidente degli Stati Uniti d’America, solo, non sono stati colti.

Oggi, il Pd esce sconfitto perdendo circa 3 milioni di elettori in paragone alle politiche del 2013, i dati aumentano portandosi a circa 6 milioni di voti in meno rispetto al 2014 con le europee. A perdere in questo clima di cambiamento è anche la lista di Liberi e Uguali con -1 milione di voti.

La Terza Repubblica porta in grembo un nuovo assetto politico

Il Partito Democratico ha perso di vista, strada facendo quelle esigenze dettate dall’equità sociale,  reclamata dal popolo. Mostrando un volto debole, incapace di nuovi slanci di passione nel raggiungere quegli obiettivi votati al cambiamento dell’asse politico.  Troppo legati alla “casta” politica da non avvertire il disgusto del popolo.

La Lega, si è fatta voce bacchettando aspramente i suoi avversari politici, sui vari temi dall’immigrazione alla sicurezza, dal lavoro al taglio delle tasse, nonché battendosi per la riduzione netta della burocrazia, e preannunciando la fine dell’era dell’euro ecc.

Il Leader del Carroccio e Luigi Di Maio entrambi stringono tra le mani la stessa Italia. Forse sarà difficile un incontro al vertice del governo. In quanto, Matteo Salvini è fulcro del centrodestra, un politico ruspante il cui compito sarà quello di sopperire ai disagi del popolo, battendosi per quella meritocrazia fino a oggi messa da parte.

Il Movimento 5 Stelle avrà il compito di mantenere quelle prospettive, di equità, di difesa dei deboli, di dar voce ai territori più oppressi del nostro Bel Paese ecc.

Il governo della Terza Repubblica dovrà aspettare

Sia Salvini che Di Maio dovranno garantire un governo stabile, per non rischiare di veder scivolare via in un bicchiere d’acqua il consenso conquistato tra le file del popolo italiano. Gli equilibri precari non gioverebbero a nessuno, meglio ponderare bene le basi, su un assetto politico che punti al lungo termine.

Leggi anche:

Matteo Salvini: “No Coalizioni Strane. Ora Parte Il Governo Con Il Centrodestra”

Per essere sempre aggiornati, seguiteci su: Facebook – Twitter – Gnews – Instragram – Pinterest e WhatsApp al numero +39 3515397062

Antonella Tortora

Analista Contabile, collaborato con diversi quotidiani online. Adoro scrivere, ogni notizia è degna di essere vissuta, raccontata, con cuore, emozione, passione. Raccontarle serve a renderle uniche, se non raccontate finirebbero nel labirinto del dimenticatoio. Resta un'unica verità ogni storia incorpora una piccola parte di me, che emerge in un angolino nascosto. Citazione preferita: “Il valore di una persona risiede in ciò che è capace di dare e non in ciò che è capace di prendere.” Albert Einstein