Diabete di tipo 2: legge 104 e pensione invalidità, quando fare domanda

Diabete di tipo 2 è possibile fare domanda per la assegno/pensione di invalidità e legge 104? Analizziamo cosa prevede la normativa per questa patologia.

Il diabete è una patologia invalidante, tante i dubbi su questa patologia e le agevolazioni collegata ad essa, tra queste l’assegno di invalidità e la legge 104, analizziamo cosa prevede la normativa rispondendo alla domana di un nostro lettore: Buongiorno, vorrei sapere cortesemente ma per il diabete di tipo 2 si potrebbe richiedere anche la pensione d’invalidità una volta avuta quest’ultima?  Ringrazio anticipatamente

Diabete: una patologia invalidante

Il diabete è una patologia invalidante, fa parte delle malattie delle patologie dell’apparato endocrino, che comportano una maggiore riduzione della capacità lavorativa, nello specifico:

  • diabete mellito con complicanze moderate: invalidità dal 61 al 90%;
  • diabete mellito con complicanze moderate: invalidità dal 91 al 100%;
  • acromegalia con complicanze: invalidità dal 21 al 100%;
  • sindrome di cushing con complicanze: invalidità dal 21 al 100%;
  • insufficienza corticosurrenale con plurimi ricoveri per crisi surrenaliche recidivanti: invalidità al 100%.

In quest’articolo abbiamo riportato le classi di valutazione per la determinazione del deficit funzionante: Diabete: invalidità e accompagnamento come fare domanda

Assegno invalidità per diabete

In base alla gravità della patologia hanno diritto all’assegno di invalidità coloro che hanno una percentuale invalidante compresa tra il 74% al 99%. Invalidità con il 100% da diritto alla pensione d’inabilità.

Come fare domanda

Dopo la diagnosi del diabete è possibile fare domanda di invalidità civile tramite il medico curante che provvederà ad inviare il certificato all’Inps indicando la gravità delle sue patologie. Il sistema telematico rilascerà un numero protocollo. Entro 90 giorni bisogna presentare la domanda di invalidità presso un patronato, indicando nella domanda il codice protocollo che ha consegnato il medico. La commissione medica valuterà lo stato patologico attribuirà una percentuale invalidante con handicap grave o meno grave secondo la legge 104 art. 3 comma 3 o art. 3 comma 1. Come sopra riportato solo una percentuale dal 74% in su, da diritto all’assegno di invalidità ordinario. 

Per i benefici relativi alla legge 104/92 serve il riconoscimento di uno stato invalidane pari o superiore al 41%. 

Agevolazioni anche con il 41% di invalidità

Risposta 

In risposta al lettore, il diabete mellito tipo 1° o 2° con complicanze micro-macroangiopatiche con manifestazioni cliniche di medio grado (Classe III), con il codice 9309 spetta una percentuale di invalidità che va dal 41 al 50%, che non è sufficiente a fare domanda dell’assegno invalidità che dopo tre rinnovi si trasforma in pensione di invalidità. 

Bonus diabete e bonus tiroide di 500 euro, quanto c’è di vero

Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Angelina Tortora

Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”