Diabete, Pensione, Isa, Fattura Elettronica, Buoni fruttiferi, legge 104, licenziamento, le novità della giornata

Rassegna stampa di oggi 19 luglio 2019: Diabete, Pensione, Isa, Fattura Elettronica, Buoni fruttiferi, legge 104, licenziamento, le novità della giornata.

Rassegna stampa di oggi 19 luglio 2019 su: Diabete; Pensione a 63 anni e tempi di risposta Inps; Nuovi Isa; Fattura elettronica immediata; licenziamento legittimo se ci sono difficoltà economiche; Buoni fruttiferi e rimborso; bollo auto e domanda di esenzione se possessore di legge 104; congedo straordinario con legge 104 e il requisito di coabitazione, tutte le novità della giornata. 

Il diabete è una patologia invalidante

Il diabete è una patologia invalidante, tante i dubbi su questa patologia e le agevolazioni collegata ad essa, tra queste l’assegno di invalidità e la legge 104. Abbiamo analizzato in quest’articolo con quale percentuale è possibile accedere alla pensione di invalidità e ai tutti i benefici della legge 104: Diabete di tipo 2: legge 104 e pensione invalidità, quando fare domanda

Pensione a 63 anni e risposta Inps

Pensione anticipata e tempi di attesa, l’Inps impiega molto tempo per rilasciare l’esito di una domanda di pensione e varia in base a diversi fattori. Analizziamo i tempi e con quale email effettuare il sollecito all’Inps per conoscere i tempi dell’erogazione dell’assegno pensionistico. Leggi qui la notizia completa: Pensione anticipata, l’Inps non risponde: tempi di attesa e sollecito

Pensione a 63 anni

Prendiamo in considerazione l’ipotesi di una pensione con 63 anni e 7 mesi di età e 35 anni di contributi: quali possibilità potrebbero esserci per un lavoratore autonomo e nello specifico per un commerciante? A chiedercelo una nostra lettrice che a causa della crisi economica sta pensando di accedere ad una pensione anticipata, ed in particolare al regime sperimentale opzione donna. Leggi la notizia completa qui: In pensione con 63 anni e 7 mesi: quali possibilità concrete di accedere?

Nuovi ISA e dati precompilati

Nuovi Isa e modifica dei dati precompilati, l’Agenzia delle Entrate, in occasione del videoforum “I nuovi Isa” organizzato il 17 luglio 2019 dal Cndcec, al quale ha partecipato anche la Sose, ha affermato che il contribuente non deve compilare manualmente i dati precalcolati per gli Isa che non sono stati importati dal cassetto fiscale. In caso di anomalia questi
elementi, qualora possibile, sono modificabili dal contribuente al fine di migliorare il proprio profilo di affidabilità fiscale.

Nuovi Isa e modifica dei dati precompilati, le novità

Fattura elettronica immediata con il pagamento con Pos

Fattura elettronica immediata con pagamento via Pos, è la novità allo studio che prevede di recapitarla nella posta elettronica certificata del contribuente quando questi paga tramite Pos. Leggi qui la notizia completa: Fattura elettronica immediata se il pagamento con il Pos

Licenziamento legittimo: la sentenza

Licenziamento legittimo per motivi economici, è quanto ha chiarito la Corte di appello di Milano, con sentenza 21 giugno 2019 con il n. 1313, che la risoluzione del rapporto di lavoro per motivi economici non presuppone necessariamente la prova di un andamento negativo dell’azienda. Pertanto, il licenziamento è giustificato qualora la soppressione del posto sia conseguenza di un effettivo mutamento dell’assetto organizzativo, correlato alla migliore efficienza gestionale o a un incremento della redditività.

Buoni fruttiferi: il rimborso diverso a seconda del buono

I buoni fruttiferi sono gli strumenti di investimento più diffusi tra i risparmiatori italiani, anche perché è possibile investire piccole cifre. I buoni fruttiferi hanno diverse caratteristiche che il risparmiatore può scegliere in base alle proprie esigenze. Possono essere emessi in forma cartaceo o dematerializzata, hanno diversi rendimento in base alla loro durata, il tasso d’interesse può essere fisso, fisso crescente o fisso con quota variabile. Anche il rimborso può essere diverso per i buoni fruttiferi. Entriamo nei particolari con quest’articolo: Buoni fruttiferi postali: come avviene il rimborso. Ecco cambia rispetto ai diversi buoni? Le novità

Esenzione bollo auto con legge 104: tempi di presentazione della domanda

I mesi in cui si registrano le scadenze del bollo auto da rinnovare sono 3: aprile, luglio e dicembre. Il pagamento del bollo auto, poi deve essere effettuato entro l’ultimo giorno del mese successivo come termine ultimo per non avere mora e sanzioni. Abbiamo esaminato una casistica precisa in quest’articolo: Esenzione bollo auto legge 104: entro quando presentare domanda

Congedo straordinario legge 151: quando la residenza non viene chiesta?

Per poter fruire del congedo straordinario retribuito è necessario soddisfare il requisito della coabitazione e della residenza per tutti i familiari che si prendono cura di un disabile grave (con l’eccezione dei genitori che assistono un figlio con handicap grave a cui, appunto, il requisito della residenza e della coabitazione non è richiesto). La problematica esaminata in quest’articolo: Congedo straordinario retribuito e coabitazione con il disabile

Angelina Tortora

Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”