Dichiarazione Isee corrente per accedere al reddito di emergenza, bisogna fare in fretta

Al via la corsa per la dichiarazione ISEE corrente e ordinaria, che permette l’accesso al reddito di cittadinanza e al reddito di emergenza, ecco i requisiti

La dichiarazione Isee è diventato il nuovo passaporto per accedere alle varie agevolazioni, che negli ultimi giorni si susseguono uno dopo l’altra. Oltre 4 milioni di dichiarazione Isee sono state trasmesse dai Caf all’Inps, questi dati riguardano il periodo che va da gennaio ad aprile. 

Dichiarazione Isee: le nuove agevolazioni

L’Isee apre le porte a diverse prestazioni sociali, tra cui il reddito di cittadinanza che nel nuovo decreto cambia i requisiti alzando l’asticella del valore Isee e dando la possibilità a più persone di poter fare richiesta e l’ingresso del reddito di emergenza. Scopriamo in breve cosa prevedono le due misure.

Reddito di cittadinanza con i nuovi requisiti Isee

Nella bozza del decreto sono stati inseriti nuovi requisiti per il reddito di cittadinanza che apre le porte a nuovi beneficiari:

1) la soglia del valore dell’indicatore della situazione economica equivalente (ISEE) è incrementata da 9.360 euro a 10.000 euro;

2) la soglia del valore del patrimonio immobiliare  è incrementata da 30.000 euro a euro 50.000;

3) la soglia del valore del patrimonio mobiliare è incrementata da 6.000 euro a 8.000 euro oltre agli incrementi ivi previsti;

Ai fini del reddito di cittadinanza, la modifica è rilevante solo  in relazione all’attribuzione dei ratei mensili spettanti sino al 31 dicembre 2020. Per i nuclei familiari in possesso dei requisiti previgenti, il beneficio continua ad essere riconosciuto. 

Reddito di emergenza fino a 800 euro, ecco per chi

Il reddito di emergenza inserito nel nuovo decreto di cui si attende l’ufficialità, prevede che possono fare richiesta i nuclei familiari che hanno una dichiarazione Isee con i seguenti valori:

– un valore del patrimonio mobiliare familiare con riferimento all’anno 2019 inferiore a una soglia di euro 10.000, accresciuta di euro 5.000 per ogni componente successivo al primo e fino ad un massimo di euro 20.000;

–  un valore dell’Indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE) inferiore ad euro 15.000.

Il Reddito di emergenza come riporta la bozza del decreto è determinato per un valore pari a  400 euro mensili, moltiplicati per il corrispondente parametro della scala di equivalenza, fino ad un massimo comunque non superiore a 800 euro mensili.

Abbiamo racchiuso in quest’articolo tutte le informazioni del: Reddito di emergenza: requisiti e domanda, a chi spetta?

Isee corrente: bisogna fare in fretta

Buongiorno, ho letto il vostro articolo sul reddito di emergenza e penso di rientrarci solo che non ho aggiornato l’Isee, c’è la faccio con i tempi? Grazie

Lei hai il tempo per chiedere l’aggiornamento dell’Isee in quanto al momento il reddito di emergenza non è ancora definitivo, le consiglio comunque di attivarsi il prima possibile in quanto c’è una vera e propria corsa all’Isee. 

Bisogna precisare che è possibile richiedere l’Isee corrente quando  il nucleo familiare ha già una dichiarazione in corso di validità e si trovi in una delle seguenti situazioni:  

– riduzione dell’orario di lavoro con contratto a tempo indeterminato;

– nel caso di licenziamento con contratto di lavoro dipendente a tempo indeterminato;

– sospensione dell’attività lavorativa con contratto a tempo indeterminato;

– perdita di occupazione con contratto a tempo determinato o impiego flessibile. In questo caso il lavoratore deve poter dimostrare di essere stato occupato nei dodici mesi precedenti almeno 120 giorni;

– terminata l’attività di lavoro autonomo, svolta in via continuativa per un minimo di dodici mesi.

Oltre a queste condizioni è possibile aggiornare la DSU  corrente quando la variazione della situazione reddituale del nucleo familiare ha subito uno scostamento pari al 25 per cento rispetto alla prima dichiarazione presentata.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Ragioniera commercialista e revisore legale iscritta all'albo. Ha collaborato per molti anni con il Caf Tutela Fiscale e con la testata Investireoggi.it area Fisco e previdenza. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”