Dieta chetogenica: i pro e i contro di una dieta che funziona

Dieta chetonica, fa dimagrire ma è meglio evitarla, ecco perchè.

La dieta chetogenica funziona, questo è certo, fa perdere chilogrammi in fretta ma stravolge il funzionamento dell’organismo e al primo strappo tutto il sistema  messo su per indurre il corpo alla chetosi va in tilt. Non sempre, quindi, una dieta che funziona va provata soprattutto se pericolosa per il nostro organismo, soprattutto se per funzionare deve stravolgere il normale funzionamento del nostro corpo e soprattutto se come effetti collaterali ha depressione, stanchezza, aumento della diuresi, affaticamento dei reni e mal di testa molto forte.

Cerchiamo di vedere di cosa si tratta e perchè spaventa chi capisce come funziona.

Dieta chetogenica

Eliminando dalla dita ogni fonte di carboidrati ed alimentandosi soltanto con i grassi si spinge l’organismo a cambiare modo di ragionare e ad utilizzare i grassi come fonte di energia, di conseguenza di perde peso attingendo ai grassi.

Buono, direte voi. No, perchè per funzionare bisogna spingere il corpo in chetosi, una condizione molto pericolosa per i reni.

Sul  sito di Veronesi è possibile leggere che “Si avvia quindi un processo chiamato chetosi, perché porta alla formazione di molecole chiamate corpi chetonici, questa volta utilizzabili dal cervello. In genere la chetosi si raggiunge dopo un paio di giorni con una quantità giornaliera di carboidrati di circa 20-50 grammi, ma queste quantità possono variare su base individuale. La chetosi è una condizione tossica per l’organismo, che provvede allo smaltimento dei corpi chetonici attraverso la via renale“.

La dieta in questione fa dimagrire, è appurato, ma al promo sgarro si esce dallo stato di chetosi mandando in tilt tutto il sistema.

Dieta  chetogenica alimenti si e no

Si può mangiare carne, pesce, formaggio, verdure, tisane e olio EVO, ma si devono evitare carboidrati, pasta, riso, pane, frutta (massima consentita 50 grammi al giorno, ovvero l’equivalente di uno spicchio di mela). Niente patate e legumi, dolci e bibite.

Si tratta, quindi, di una dieta innaturale che obbliga il corpo ad andare contro la sua natura con un regime alimentare che se protratto  per troppo tempo può diventare davvero pericoloso e che quando lo si smette fa riprendere tutti i chili persi.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instragram - Pinterest - Youtube

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.