Dieta in quarantena: i consigli su cottura e porzioni di verdure e grassi

Dieta in quarantena, consigli utili di quali verdure utilizzare e come procedere con la cottura, non tutte le verdure vanno cotte nello stesso modo.

Restare chiusi in casa per la quarantena ci ha fatto prendere qualche chilo in più, adesso bisogna mettersi in dieta e trovare la forma fisica perduta. Con piccoli accorgimenti è possibile dimagrire senza grossi sacrifici. Una dieta sana ed equilibrata può aiutare la mente, il fisico e, soprattutto, il morale. Alcuni accorgimenti da effettuare in una dieta sono la cottura delle verdure e le porzioni.

Dieta in quarantena: consigli sulla cottura degli alimenti

È possibile mangiare tutto, ma nelle giuste porzioni. Secondo il dottor Stefano Erzegovesi, psichiatra, nutrizionista e primario dell’IRCCS, le quantità sono importanti; tranne le patate, possiamo mangiare un po’ di tutto senza impazzire a pesare gli alimenti. Gli alimenti sono proporzionati al piatto; se piccolo va bene, se molto grande è consigliato riempirlo per metà, scegliere molto di più le verdure.

Sulle verdure e la loro cottura nella dieta da seguire, il dottore Stefano Erzegovesi precisa che la cottura è fondamentale e, se fatta nel modo giusto, migliora la qualità degli alimenti.

Nella dieta è consigliato preparare alcune verdure appena sbollentate per lasciare il loro colore verde brillante: cime di rapa, spinaci e bieta. Diverso è per le verdure che vanno cotte un po’ di più per essere meglio assimilate: il pomodoro ben cotto, con un filo d’olio, aiuta a prevenire patologie come il diabete, l’invecchiamento cerebrale, le cardiopatie e alcuni tumori.

Chi non ama la verdura deve imparare ad apprezzarla: ci metterà un po’ di tempo, ma poi il gusto diventa un’abitudine a cui sarà difficile rinunciare.

Il dottore spiega che, chi riduce i grassi, di solito riduce la massa corporea e non sente mai la sazietà, quindi è facile che mangi fuori pasto. Il dottore specifica che va bene fare piccoli spuntini: l’importante è non esagerare, ad esempio è consigliato mangiare frutta oppure semi oleaginosi, frutta a guscio. Questi alimenti, infatti, aiutano a combattere la sazietà.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp