Diritto alla pensione: per le mamme lavoratrici e gli over 50, il credito di Intesa Sanpaolo

Intesa Sanpaolo promuove il lancio di due progetti, diretti alle famiglie in modo trasversale, aprendo una porta di credito alle madri lavoratrici e alle persone che intravedono la pensione, ma carenti di contribuzione.

Il “diritto alla pensione” per le mamme lavoratrici e gli over 50 tutelato da Intesa Sanpaolo che mette in campo due nuove iniziative dirette all’accesso di crediti agevolati. Si tratta nel complesso di prestiti concessi in forma aperta, ossia carenti all’apertura dei vincoli normali, nati per aiutare, sostenere e incrementare il benessere delle famiglie. Carlo Messina, banchiere e dirigente, nonché consigliere delegato e CEO di Intesa Sanpaolo, in occasione dell’avvenimento per promuovere lo sviluppo dell’istituto di credito ha comunicato l’avvio dei due progetti, il primo diretto alle donne denominato: “L’impatto è donna: diamo fiducia e opportunità alle donne, vicine e lontane”, l’altro rivolto agli over 50 chiamato: “Diritto alla pensione”, entrambi rappresentano quel ponte aperto che tutela i diritti per una vita serena, seppur sotto la sottoscrizione di un prestito.

Intesa Sanpaolo: promuove “diritto alla pensione”

La finalità delle due iniziative è rivolata alla creazione di canali privilegiati per l’ingresso a una forma di credito nata per sostenere chi non può sottoscrivere crediti per mancanza di requisiti. Un aiuto diretto alle famiglie in modo trasversale, aprendo una porta di credito alle mamme lavoratrici, nonché alle persone che hanno bisogno di somme aggiuntive per chiudere i pagamenti contributivi Inps per accedere a qualche misura pensionistica.

Entrambi i progetti rientrano nel Fondo d’Impatto la cui dote è di circa 250 milioni di euro. Creati da Intesa Sanpaolo per agevolare i soggetti all’apertura di prestiti, avviando una “macchina semplice” che possa concedere prestiti per un ammontare di circa 1,25 miliardi di euro.

Intesa Sanpaolo sempre al fianco degli universitari

Nel complesso si è trattato di raccogliere i frutti del lancio denominato “per Merito”, un prestito diretto per i giovani senza il supporto del vincolo delle garanzie. Ma, finalizzato a spingere gli studenti universitari alla creazione di nuovi progetti con il supporto di prestiti finanziati senza blocchi particolari. Al momento questo prodotto ha finanziato all’incirca 3.240 universitari, e ha distribuito tra gli accademici all’incirca 28 milioni di euro in 524 atenei, ma non solo italiani. Infatti, di questi circa 265 atenei appartengono a facoltà universitarie estere, come appunto: Francia, Germania, Olanda, Regno Unito e USA.

Intesa Sanpaolo ha stanziato all’incirca 171 milioni di euro, distribuite nelle mani di 15 mila giovani talentuosi universitari italiani, finalizzati al compimento degli studi o alle realizzazioni di progetti innovativi.

 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Antonella Tortora

Analista Contabile, collaborato con diversi quotidiani online. Adoro scrivere, ogni notizia è degna di essere vissuta, raccontata, con cuore, emozione, passione. Raccontarle serve a renderle uniche, se non raccontate finirebbero nel labirinto del dimenticatoio. Resta un'unica verità ogni storia incorpora una piccola parte di me, che emerge in un angolino nascosto. Citazione preferita: “Il valore di una persona risiede in ciò che è capace di dare e non in ciò che è capace di prendere.” Albert Einstein