Accompagnamento con legge 104 e patente, non c’è incompatibilità

-
08/11/2019

Indennità di accompagnamento e patente di guida, compatibilità e incompatibilità: facciamo chiarezza in base nota del Ministero della Salute.

Accompagnamento con legge 104 e patente, non c’è incompatibilità

Molti lettori ci chiedono spiegazioni sull’accompagnamento e sulla possibilità del ritiro della patente. È ormai luogo comune che l’indennità di accompagnamento comporti l’impossibilità di guidare, ma non è sempre così. Analizziamo la questione nel dettaglio rispondendo anche ad un quesito di un nostro lettore.

Accompagnamento e ritiro patente

Buongiorno. Ho una disabilità al 100% e percepisco una pensione di 295 anni euro. Ogni anno devo presentarmi davanti alla commissione medica per la revisione della patente, che mi chiede di aggiornare tutte le visite mediche che in questo caso sono a pagamento, nonostante io abbia l’ esenzione totale.

Vorrei chiedere se è possibile chiedere l’ accompagnamento anche se guido ancora la macchina e non ho la patente speciale. Tengo a precisare che pur riuscendo a guidare, purtroppo non posso, per le varie patologie  essere del tutto autonoma soprattutto per quanto riguarda la deambulazione che mi costringe ad appoggiarmi a qualcuno ed in assenza di questo ormai sono relegata in casa da alcuni anni.

Esco soltanto per recarmi in ospedale, per visite mediche, non ho più contatti personali né una vita sociale. Mi hanno detto che per avere l’ accompagnamento non devo guidare o possedere la patente speciale. Vi ringrazio e resto in attesa di una vostra gentile risposta. Buona giornata.