Acquisto auto con legge 104, familiare non convivente

-
19/10/2019

Acquisto auto con legge 104 anche per il familiare con convivente? Analizziamo la normativa e il significato di fiscalmente a carico.

Acquisto auto con legge 104, familiare non convivente

La normativa della legge 104 prevede molte agevolazioni per i disabili con handicap grave art. 3 comma 3 e per i loro familiari. Tra le varie agevolazioni vi è anche l’acquisto dell’auto ad uso esclusivo del disabile con Iva agevolata al 4 per cento invece del 22 per cento, sull’acquisto di autovetture nuove o usate con cilindrata fino a 2000 centimetri cubici, se con motore a benzina, e fino a 2800 centimetri cubici, se con motore diesel.

Inoltre, prevede una detrazione dell’intero costo che non può superare 18.075,99 del 19 per cento nel modello 730 o Redditi da detrarre i un’unica soluzione o in quattro rate. Nel limite di spesa di 18.075,99 euro sono compresi sia il costo d’acquisto del veicolo sia le spese di manutenzione straordinaria.

Acquisto auto con legge 104 e familiare fiscalmente a carico

Un lettore ci chiede: Buonasera, una domanda: se io ho la 104 di mia mamma ,ma non abita con me posso usufruire per avere l’agevolazione economica per comprare una macchina?

La normativa prevede che le agevolazioni possono essere richieste dal disabile o dal familiare che ha a carico fiscalmente il disabile. Per carico fiscale significa che il familiare disabile fa parte del nucleo familiare del richiedente  che abbia un reddito annuo inferiore a euro non superi i 2.840,51 euro al lordo degli oneri deducibili.


Leggi anche: Pensioni, la ricerca Schroders: ecco perché gli italiani sono i più preoccupati d’Europa

Purtroppo, la normativa su questo punto è chiara, il familiare deve far parte del nucleo familiare, quindi se abitate in due posti diversi non è possibile fruire delle agevolazioni fiscali auto per disabili.

Acquisto auto con legge 104: agevolazioni per sé stessi e per il familiare