Alunni disabili: disagio per il 52%, ecco cosa sta succedendo

Moltissimi bambini disabili, sono costretti a passare momenti di grande disaggio, più della metà di loro cambiano docente di sostegno.

Bambini con disabilità, ecco a cosa vanno incontro

Più di 253 mila bambini disabili, quest’anno hanno iniziato la scuola, alcuni di loro hanno avuto la grande sorpresa di ritrovare gli stessi docenti dell’anno scorso, ma più della metà dovrà ricominciare tutto da capo con un docente nuovo. 

Disabilità: minore con legge 104, viene risarcito per mancanza del trasporto scolastico (sentenza esemplare)

Una situazione molto scomoda, considerando che il numero degli alunni disabili era già conosciuto da tempo. Secondo alcune classifiche quest’anno scolastico più di un terzo dei 160 mila professori di sostegno in servizio, si ritroveranno ad essere precari. In poche parole, saranno licenziati e riassunti di nuovo l’anno successivo. La brutta notizia e che ogni anno questi insegnanti si sostegno, saranno sbattuti da una parte all’altra.

Disabili: la firma digitale per non sentirsi sempre indietro…

bambini con disabilità

Disabled

Quest’anno, disponibili solo 100 mila posti fissi, mentre si ha la necessità di ben 160 mila insegnanti di sostegno. Gli altri 60 mila che verranno assunti con contratto a tempo determinato, cioè ‘’ in deroga’’.

In questo modo, si crea una situazione poco chiara, perché gli stipendi annuali per tutti gli assunti come insegnante di sostegno, costeranno più di 5 miliardi di euro allo Stato Italiano.

Si ricorda che il nostro Paese, 40 anni fa è stato il primo a credere vivamente nell’integrazione scolastica degli studenti con problemi disabili. L’Italia era riuscita a superare le odiate classi differenziate. I studenti che stanno combattendo ogni giorno con una forma di disabilità si ritroveranno a cambiare i docente fra qualche mese. Una situazione che mette grande preoccupazione a tutti i genitori che hanno i figli disabili e devo frequentare la scuola.

Ionela Polinciuc

Mi chiamo Ionela Polinciuc, sono nata in Romania e ho vissuto a Roma e Darfield. Amo viaggiare, e questo percorso mi ha permesso di conoscere altre realtà importanti e migliorare le mie capacità di adattamento a svariati contesti. La mia passione per scrivere, mi ha portato a collaborare con diversi giornali, da ormai 3 anni.