Bollo auto 2018 e legge 104: ecco quali sono i documenti per chiedere l’esenzione

Esenzione bollo auto 2018 con legge 104 ecco le categorie che ne possono usufruire e quali sono i documenti da presentare

Tra le agevolazione di chi usufruisce della legge 104 c’è anche l’esenzione del bollo auto 2018. Per ottenere tale agevolazione bisogna presentare un’idonea documentazione. L’esenzione può essere richiesta solo da alcune categorie di disabili. Facciamo un po’ di chiarezza su quali sono le categorie che possono richiedere l’esenzione e quali sono i documenti da presentare.

Le categorie di handicap che possono chiedere l’esenzione, dal pagamento del bollo auto 2018, sono quattro, per ognuno di esse c’è una documentazione specifica da presentare.

Bollo auto 2018 e legge 104: esenzione per i non vedenti e sordi e la documentazione

Per non vedenti si intende quelle persone che hanno una cecità assoluta, o essere ipovedenti con residuo visivo non superiore a 1/10 in tutti e due gli occhi. Per soggetti sordi, invece, si intendono quelle persone che soffrono di sordità congenita o acquisita durante l’età evolutiva, e che abbia impedito l’apprendimento del linguaggio.

Per queste due categorie, l’esenzione si può chiedere per un veicolo nuovo o usato e lo può chiedere il disabile o il familiare che lo ha a carico fiscalmente.

Il veicolo per cui si può chiedere l’esenzione non necessariamente deve essere adattato, ma la cilindrata non deve superare i 2000 cc a benzina e 2800 cc a gasolio.

Le persone non vedenti devono presentare la richiesta di esenzione dal pagamento del bollo auto su apposito modulo, a cui allegare una copia della carta di circolazione del veicolo, copia del certificato che attesti la cecità. Se si fa richiesta per conto di un familiare bisogna anche allegate la documentazione che indica che il disabile è a suo carico fiscalmente. La documentazione dovrà essere presentata entro 90 giorni dalla scadenza del pagamento all’ufficio tributi della Regione o all’ufficio dell’agenzia dell’entrate. Tutte queste informazioni sono valide anche per le altre categorie.

Legge 104 e bollo auto 2018: esenzione handicap psichico o mentale con indennità di accompagnamento

Chi invece è soggetto di handicap mentale o psichico con indennità di accompagnamento, rispondendo così al comma 3 dell’art 3 della legge 104/92. La documentazione da presentare è quasi uguale a quella della categoria precedente. Bisogna presentare, inoltre, la copia del certificato attestante l’invalidità civile rilasciata dalla Commissione per l’accertamento in cui risulta la totalità dell’indennità di accompagnamento, abbinato alla copia del verbale di accertamento dell’handicap in questione rilasciato dalla commissione medica dell’Asl.

L’Agenzia delle Entrate con la nota 21/E del 23 aprile 2010 ha dichiarato che il certificato della commissione medica dell’ASL può essere sostituita con una certificazione rilasciata da una commissione medica pubblica, in cui si evidenzia la gravità della patologia e la sua natura.

Per le persone affette da sindrome di Down è sufficiente presentare la certificazione del medico di base.

Esenzione bollo 2018 grave limitazione capacità di deambulazione e cure plurimputazioni

I soggetti con grave limitazione della capacità di deambulazione e effetti dalla plurimputazione corrispondono ai criteri dettati dall’articolo 3 comma 3 della legge 104/92. In questa categoria sono inclusi anche i soggetti con malformazione congenite relative alla privazione degli atti o parte di esse.

Anche per questa categoria è sufficiente presentare gli stessi documenti delle altre categorie già descritte. Come la copia nella carta di circolazione del veicolo, copia del verbale di che accerti il handicap, emesso da una commissione medico dell’ASL oppure il certificato specifico di una commissione medica pubblica che accerti la gravità della patologia.

Legge 104 e bollo auto esenzione per persone con ridotte o impedite capacità motorie

I soggetti con ridotte e impedite capacità motorie guidano veicoli adattati ai fini di una guida regolare senza problemi. Questi conseguono una patente B speciale per la guida di questi veicoli

Per poter usufruire dell’esenzione bollo 2018, bisogna presentare una copia della patente di tipo B speciale, la copia della carta di circolazione, la quale deve contenere tutte le modifiche, necessarie, fatte al veicolo. Come per le altre patologie, bisogna presentare il certificato che attesti il handicap motorio rilasciato da commissioni mediche pubbliche.

Leggi anche:

Bollo auto con legge 104, il disabile può chiedere l’esenzione se non ha la patente?

Bollo auto 2018, pagamento in prescrizione: ecco la procedura per non pagare

Bollo auto 2018, revisione bocciata dal 2019 senza il pagamento del bollo. Ecco tutte le novità

Maria Di Palo

Sono ragioniere programmatore, ho scoperto, grazie ad una buona amica, il piacere di scrivere e di condividere ciò che mi interessa, mi incuriosisce e mi appassiona. Mi piace trasferire agli altri le ricette della tradizione campana che la mia mamma mi ha lasciato in eredità e quelle nuove che amo preparare per la mia famiglia. Mi appassiona scrivere su tutto ciò che attrae la mia curiosità come argomenti di attualità e argomenti che riguardano il mondo della scuola. Amo anche esplorare luoghi nuovi e affascinanti.