Bollo auto con legge 104, l’esenzione va rinnovata ogni anno?

-
27/07/2018

Bollo auto con legge 104, l’esenzione va rinnovata ogni anno?

Si può ottenere l’esenzione del bollo auto se si possiede la legge 104 art. 3 comma 3. Il verbale per poter fare la domanda di esenzione riportare una particolare dicitura che permette l’accesso alle agevolazioni fiscali. 

Il verbale della legge 104 art. 3 comma 3 o art. 3 comma 1, deve riportare la seguente dicitura: “ l’interessato possiede i requisit tra quelli dell’art. 4 DL 9 febbraio 2012 n. 5″. Il verbale dovrà essere allegato alla domanda di esenzione del bollo auto.

Per leggere l’informazione completa: Bollo auto 2018: esenzione con legge 104 art. 3 comma 3 o art. 3 comma 1, le ultime novità

Chi può fare domanda dell’esenzione bollo auto?

Esenzione Bollo Auto legge 104

Possono fare domanda per l’esenzione, solo quattro categorie, ed esattamente:

  • non vedenti e sordi
  • disabili con handicap psichico o mentale titolari dell’indennità di accompagnamento
  • disabili con grave limitazione della capacità di deambulazione o affetti da pluriamputazioni
  • disabili con ridotte o impedite capacità motorie.

Per sapere nel dettaglio i requisiti richieste per ogni categoria, consigliamo di leggere: Esenzione bollo auto disabili a chi spetta?

La domanda di esenzione bollo auto va rinnovata ogni anno?

Dopo aver fatto la domanda di esenzione, l’Aci o l’ente preposto, dovrà inviare al richiedente una comunicazione che attesta l’approvazione della pratica e l’esonero del pagamento del bollo. La domanda va presentata dal disabile o dal familiare del disabile, solo il primo anno, i documenti possono essere presentati all’ufficio competente o inviate a mezzo raccomandata A/R.


Leggi anche: Dolci tipici di Natale regione per regione vediamo quali sono

I documenti vanno presentati entro 90 giorni dalla scadenza del termine entro cui andrebbe effettuato il pagamento.

Una volta pervenuta la comunicazione di esenzione del bollo auto, questa è valida anche per gli anni successivi, senza che l’interessato ripresenti l’istanza e invii nuovamente la documentazione.

Se cambiano le condizioni

Se nell’arco degli anni  vengono meno le condizioni per avere diritto al beneficio (per esempio perché l’auto viene venduta), l’interessato deve comunicarlo allo stesso ufficio a cui era stata richiesta l’esenzione.

Per una risposta dei nostri esperti scrivi a [email protected]