Bollo auto con legge 104, quale dicitura deve avere il certificato?

Bollo auto per il disabile è esente, ma il certificato di invalidità deve riportare delle determinate diciture.

Bollo auto con legge 104: ecco le diciture

L’esenzione del bollo auto è previsto solo con determinate tipologie di invalidità, quali:

  • Disabilità con patologia che comporta ridotte o impedite capacità motorie permanenti.
  • Disabilità con patologia che comporta grave limtazione della capacità di deambulazione o affetti da pluriamputazioni.
  • Disabilità mentale o psichica: il disabile deve essere stato riconosciuto portatore di handicap o invalido, in stato di gravità, affetto da una patologia mentale o psichica, con riconoscimento della indennità di accompagnamento.
  • Disabilità per cecità o sordità

L’ASL o altra struttura autorizzata deve riconoscere la disabilità relativa a:

  • Disabilità legata a capacità motorie impedite (o comunque ridotte);
  • Handicap (come pluriamputazioni) che comporti limitazioni gravi nella capacità di deambulazione;
  • Problemi alla vista che compromettono ambedue gli occhi (cecità totale o minorazioni visive con un residuo perimetrico binoculare non superiore al 30%)
  • Sordità apparsa prima dell’apprendimento del linguaggio orale (sordità perlinguale) o alla nascita (sordomutismo)
  • Minorazioni sia fisiche che psichiche la cui natura ha determinato il riconoscimento, da parte degli Enti competenti) dell’indennità di accompagnamento.

Bollo auto con legge 104: esenzione

Si è esente nel pagare il bollo auto per i disabili che sono intestatari del veicolo o per i familiari che hanno a carico fiscalmente il disabile. L’esenzione del bollo si può ottenere solo per un autoveicolo, per il quale si deve indicare il numero di Targa al momento della domanda di esenzione. Ogni Regione può cambiare il tipo di agevolazione, quindi è opportuno chiedere informazioni agli Uffici competenti del proprio territorio.

Bollo auto legge 104 come fare richiesta

Per fare richiesta dell’esenzione bollo bisogna che oltre al cittadina gli sia stata riconosciuta la legge 104 ma anche il mezzo di trasporto deve rientrare in specifiche categorie, quali:

  • autoveicoli per trasporto promiscuo, per trasporto specifico (motocarrozzette);
  • motoveicoli per trasporti specifici e per trasporto promiscuo;
  • veicoli (nuovi o usati) fino a 2800 cm cubici a diesel;
  • veicoli (nuovi o usati) fino a 2000 cm cubici a benzina.

Se il mezzo di trasporto rientra in queste categorie suddette bisogna solo, allora, presentare la domanda di esenzione bollo. La domanda va presentata, in base alla Regione di residenza, ad uno dei seguenti Enti:

  • Aci (Automobile Club Italia);
  • Regioni;
  • Agenzia delle Entrate.

Alla domanda vanno allegati i seguenti documenti:

  • Copia del libretto o carta di circolazione
  • Copia del documento di riconoscimento dei trasportati
  • Copia della patente speciale

La domanda va inviata entro 90 giorni prima della scadenza del bollo e solo per il primo anno, e va o presentata a mano all’ufficio competente o invita tramite raccomandata A/R.

Scarica la modulistica per esenzione bollo: Bollo auto esenzione per disabili.

Bollo auto legge 104 validità dell’esenzione

L’esenzione è valida per tutti gli anni successivi senza presentare una nuova documentazione. Inoltre sul veicolo non va posto nessun contrassegno che indica che il veicolo è esente dal pagamento del bollo.

Leggi anche: Disabili E Bollo Auto, Chi Può Chiedere L’esenzione?

 

Maria Di Palo

Sono ragioniere programmatore, ho scoperto, grazie ad una buona amica, il piacere di scrivere e di condividere ciò che mi interessa, mi incuriosisce e mi appassiona. Mi piace trasferire agli altri le ricette della tradizione campana che la mia mamma mi ha lasciato in eredità e quelle nuove che amo preparare per la mia famiglia. Mi appassiona scrivere su tutto ciò che attrae la mia curiosità come argomenti di attualità e argomenti che riguardano il mondo della scuola. Amo anche esplorare luoghi nuovi e affascinanti.