Bollo auto e esenzione legge 104: ecco i casi in cui decade l’esenzione

L’esenzione del bollo auto può essere richiesto da chi è portatore di handicap o di suoi familiari, comprovando che il disabile sia a suo carico fiscalmente e che il reddito di quest’ultimo non superi i 2840,51 euro.

Come e a chi fare richiesta

Il soggetto che può richiedere l’esenzione del bollo deve essere in possesso del tesserino che viene rilasciato ai disabili o invalidi temporanei, questo non preclude l’esenzione del bollo auto, anche perché quest’ultima spetta solo ad alcune categorie di invalidi: persone sorde o non vedenti, disabili con handicap mentali o con gravi capacità di deambulazione e invalidi con ridotte capacità motorie.

Inoltre anche il veicolo deve avere delle particolari caratteristiche per cui si può chiedere l’esenzione. Questi veicoli sono tutti quei mezzi che hanno fino a 2000 cc per i motori a benzina e 2800 cc per i diesel.

Bollo auto e legge 104: con il tesserino disabili si ha diritto all’esenzione bollo? Ecco tutte le novità

La domanda per l’esenzione bollo auto va presentata entro 90 giorni prima della scadenza del bollo, all’Agenzia delle Entrate della propria regione. Se i requisiti sono ancora presenti, la richiesta dell’esenzione non va ripetuta per anni successivi.

Cosa importante è che la richiesta dell’esenzione va presentata indicando specificamente quale sia il veicolo per cui si richiede l’esenzione bollo auto, in occasione il disabile fosse in possesso di più veicoli.

Esenzione Bollo Auto legge 104

I casi in cui decede l’esenzione

Bisogna stare molto attenti, nei casi vengono a mancare i requisiti per il mantenimento dell’esenzione.

Va fatta immediata comunicazione all’Agenzia delle Entrate nel momento in cui, per un invalido temporaneo venissero a mancare i requisiti o decidesse di vendere l’auto, .

Un altro caso particolare per cui decade l’esenzione bollo auto è il cambiamento di residenza del disabile. Nello specifico, se il disabile cambia residenza da una regione ad un’altra è necessario inoltrare una nuova domanda di esenzione presso la regione in cui si è trasferito. L’esenzione va in vigore dal momento in cui arriva la comunicazione di istanza accettata, quindi non è retroattiva. Cosa molto importante e anche di ricordarsi di fare domanda nei tempi giusti.

Esenzione bollo auto disabili a chi spetta?

Maria Di Palo

Sono ragioniere programmatore, ho scoperto, grazie ad una buona amica, il piacere di scrivere e di condividere ciò che mi interessa, mi incuriosisce e mi appassiona. Mi piace trasferire agli altri le ricette della tradizione campana che la mia mamma mi ha lasciato in eredità e quelle nuove che amo preparare per la mia famiglia. Mi appassiona scrivere su tutto ciò che attrae la mia curiosità come argomenti di attualità e argomenti che riguardano il mondo della scuola. Amo anche esplorare luoghi nuovi e affascinanti.