Bollo auto e pass disabili con legge 104: come averli entrambi

Esenzione bollo auto e pass disabili per i possessori di legge 104, è possibile averli entrambi e cosa bisogna fare? Analizziamo il verbale.

Per poter avere le agevolazioni fiscali disabili (Pass disabili, bollo auto, acquisto auto con iva agevolata al 4%, detrazione fiscale del 19% sull’acquisto auto, esenzione iscrizione al PRA, ecc.), dipende tutto dal verbale di invalidità legge 104. Analizziamo la dicitura che deve contenere il verbale, rispondendo al quesito di un nostro lettore: Mi chiamo G., sono un ragazzo di 33 anni affetto da spondilite anchilosante e con un’invalidità riconosciuta del 46%. Con questa percentuale posso richiedere il tagliando disabili per la macchina, usufruendo anche della possibilità di non pagare il bollo auto?Saluti

Pass disabili i requisiti per richiederlo

Il contrassegno chiamato anche “Pass disabili” viene rilasciato dal comune di residenza dopo la presentazione di una dovuta documentazione, come l’accertamento medico che attesti la disabilità (art.188 del Codice della Strada, CdS, e art. 381 del Regolamento di esecuzione del CdS).

In caso di disabilità permanente il tagliando ha validità di cinque anni, mentre per invalidità temporanea, anche il contrassegno ha validità temporanea. Il tagliando può essere rinnovato alla sua scadenza.

Per poter fare domanda del Pass disabili il verbale legge 104 deve indicare il diritto all’art. 381.

È possibile trovare qui tutte le informazioni sul pass disabili: Contrassegno disabili auto con legge 104: quando viene rilasciato, come rinnovarlo o duplicarlo, ecco tutte le novità

Esenzione bollo auto con legge 104

Le persone in situazione di handicap che possiedono i requisiti riportati all’articolo 3 comma 3 della legge 104 hanno diritto all’esenzione del pagamento del bollo auto se il verbale riporta la dicitura esatta.

Per avere l’esenzione bisogna presentare una domanda entro 90 giorni dalla scadenza del pagamento del bollo auto, che viene presentata un’unica volta e dopodiché non è più necessario ripresentarla per gli anni successivi. Invece, nel tempo si creano condizioni che mutano questa situazione allora bisogna comunicare tempestivamente le eventuali modifiche per evitare sanzioni.

Per ottenere l’agevolazione fiscale ricordiamo che il verbale della legge 104 deve apportare una determinata dicitura. Nel caso in cui sul verbale viene riportata la dicitura: “l’interessato non possiede alcun requisito tra quelli all’articolo 4 DL 9 febbraio 2012, numero 5”, allora in questo caso il beneficiario non ha diritto alle agevolazioni fiscali.

Invece, se il verbale riporta la dicitura: “l’interessato possiede requisiti tra quelle dell’articolo 4 DL 9 febbraio 2012. numero 5”, allora tale soggetto ha diritto all’agevolazione fiscale previste.

Purtroppo, non basta solo l’handicap grave art. 3 comma 3, è importante anche la dicitura sul verbale. 

È possibile trovare qui tutte le informazioni sull’esenzione bollo auto con legge 104: Bollo auto: il verbale legge 104 deve avere la dicitura per le agevolazioni fiscali

Conclusione

Di solito un’invalidità accertata del 46% non da diritto alle agevolazioni fiscali disabili per il settore auto, le consiglio di controllare il verbale della legge 104 e vedere se riporta gli articoli normativi per il rilascio del pass disabili e per le agevolazioni fiscali auto, come sopra indicato.

Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Angelina Tortora

Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”