Bollo auto: verbale legge 104 revisionato, lo devo comunicare?

-
14/01/2020

Esenzione Bollo auto con legge 104, il verbale soggetto a revisione deve essere comunicato? I chiarimenti.

Bollo auto: verbale legge 104 revisionato, lo devo comunicare?

La normativa tutela i possessori di legge 104 con handicap grave ai sensi dell’art. 3 comma 3, con numerose agevolazioni fiscali per il settore auto. Le agevolazioni fiscali per il settore auto sono le seguenti: esenzione bollo auto; agevolazione acquisto auto con Iva agevolata al 4% invece del 22%; esenzione iscrizione al P.R.A.; detrazione Irpef del 19% sull’importo dell’acquisto auto compresi accessori, per un valore massimo di euro 18.075,99. La detrazione può essere portata nella dichiarazione dei redditi (730 o Redditi) in un’unica soluzione se c’è capienza o in quattro rate costanti.

Bollo auto come ottenere l’esenzione

Per ottenere l’esenzione del bollo auto bisogna presentare domanda all’Aci di appartenenza inoltrando una raccomandata con tutta la documentazione che è diversa a seconda della categoria di disabili oggetto dell’agevolazione. Per sapere quale documentazione presentare, consigliamo di consultare la nostra guida: Bollo auto e legge 104: ecco quali sono i documenti per chiedere l’esenzione

Verbale legge 104 art. 3 comma 3: revisione

Il verbale della legge 104 art. 3 comma 3 il più delle volte è soggetto a revisione, un lettore ci pone a seguente domanda: Buonasera, un dubbio: mia suocera gode dell’esenzione al pagamento del bollo auto in quanto invalida al 100% con indennità di accompagnamento. Il primo verbale dell’INPS era con revisione dopo due anni, a dicembre 2019 dopo aver fatto la visita con la commissione Inps, l’invalidità è stata riconfermata. Il mio dubbio è,  devo ripresentare la documentazione per continuare a beneficiare dell’esenzione del bollo auto? Grazie mille per la risposta che vogliate darmi.


Leggi anche: Pensioni anticipate e Legge di bilancio 2021: si punta al contratto di espansione oltre ad APE sociale e Opzione Donna

Risposta. La domanda del bollo auto va presentata una solo volta e non deve essere ripresentata negli anni successivi, è definitiva. La comunicazione va inoltrata tempestivamente, nel caso in cui siano variate le condizioni, ad esempio:  alla revisione della legge 104 non viene riconosciuta più la gravità, in questo caso si perde l’agevolazione.

Nel suo caso lei non deve fare niente, in quanto le hanno riconfermato le condizioni precedenti e quindi, l’esenzione è valida. Non deve presentare nessuna documentazione di rinnovo.

Acquisto auto con Iva al 4%: il verbale legge 104 deve essere aggiornato