Bonus 500 euro per tiroide, quanto c’è di vero

Bonus tiroide per 500 euro come averlo e di cosa si tratta? Analizziamo nel dettaglio la patologia della tiroide quali diritti e agevolazione spettano.

Da qualche giorno giorno gira sul web la notizia di un bonus per tiroide, molti i lettori che ci hanno scritto chiedendo spiegazioni. Analizziamo di cosa si tratta rispondendo al quesito di una nostra lettrice: Salve, io sono affetta da tiroide di Hashimoto e volevo sapere se posso fare domanda di invalidità, ho letto inoltre sul web che è possibile ottenere un bonus di 500 euro, mi può aiutare a capire di cosa si tratta, perché il patronato dice che non c’è nessun bonus e me lo ha confermato anche il medico di famiglia. Grazie, spero in una risposta.

Tiroide e invalidità civile

E’ possibile accedere all’invalidità civile se esiste la patologia tiroidea comporta: “neoplasie a prognosi favorevole, con modesta compromissione funzionale” con il codice 9322. La percentuale invalidante per l’invalidità civile deve essere dal 33 per cento in su.

L’invalidità viene riconosciuta dalla Commissione medica solo quando incide con la capacità lavorativa, quindi solo quando la patologia determina uno squilibrio di iper/ipo-tiroidismo in modo permanente riconducibile ad un handicap grave.

Percentuali che danno diritto all’invalidità

Le soglie percentuali per le prestazioni legate all’invalidità per tiroide sono:

  • 33%: è la percentuale minima riconosciuta che da diritto all’invalidità civile e ad alcune agevolazioni come presidi medici o protesi;
  • 45%: con questa percentuale si ha diritto all’iscrizione nelle liste di lavoro delle categorie protette;
  • 50%: dà diritto al riconoscimento ai lavoratori dipendenti a congedi per cure mediche, purché sia previsto nei contratti di categoria;
  • 66%: con questa percentuale si ha diritto all’esenzione del ticket sanitario e delle prestazione mediche specialistiche (visite mediche o esami legati alla patologia invalidante accertata);
  • 74%: con questa percentuale si ha diritto all’assegno di invalidità che varia a seconda del reddito del paziente;
  •  dà diritto ad un assegno mensile il cui importo varia a seconda del reddito del paziente;
  • 100%: questa percentuale dà diritto all’indennità di accompagnamento quando subentra “handicap grave” e il paziente non è in grado di deambulare. Ha bisogno di assistenza continua e non riesce a compiere da solo atti di vita quotidiana. Si ha diritto alla pensione di inabilità.

Diritto all’invalidità per chi soffre di tiroide

L’invalidità dipende dal grado di invalidità della patologia, le tabelle ufficiali riportano le seguenti patologie riconosciute:

  • ipotiroidismo grave con ritardo mentale: percentuale fissa del 100%;
  • iperparatiroidismo primario: percentuale fissa del 50%;
  • ipoparatiroidismo non suscettibile di utile trattamento: percentuale dal 91% al 100%.

Da chiarire che sia l’ipertiroidismo che l’ipotiroidismo non rientrano tra le malattie che, danno diritto all’invalidità civile. Di solito alle neoplasie a prognosi favorevole con modesta compromissione funzionale viene riconosciuta una percentuale dell’11%. Questa percentuale non da diritto alle agevolazioni e all’invalidità civile che predispone una percentuale dal 33 per cento.

Bonus di 500 euro: ecco di cosa si tratta

In riferimento al bonus di 500 euro per tiroide che lei ha letto, non si tratta di un bonus ma dell’indennità di accompagnamento, che non viene riconosciuta a tutti. L’indennità di accompagnamento viene corrisposta a coloro a cui è stata riconosciuta un’invalidità con una percentuale del 100 per cento, che per svolgere le attività di vita quotidiana devono avere il sostegno di un accompagnatore (difficoltà a deambulare). Per maggiori chiarimenti consigliamo di legge: Legge 104: come chiedere l’accompagnamento di 517,84 euro.

Quindi, nessun bonus, se lei ha i requisiti richiesti, può consultare il medico curante e da lì iniziare la pratica medico – legale, che corrisponde alla stessa richiesta per l’invalidità.

Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Angelina Tortora

Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”