Bonus tassa rifiuti ‘TARI’: riduzione o esenzione per persone con legge 104

-
24/06/2020

Bonus tassa rifiuti (TARI) per persone con disabilità e legge 104, come presentare domanda e quale documentazione esibire.

Bonus tassa rifiuti ‘TARI’: riduzione o esenzione per persone con legge 104

Bonus tassa sui rifiuti (TARI) viene applicata ai cittadini per la gestione dei rifiuti in Italia. La normativa non prevede disposizioni nazionali che stabiliscono l’esonero o particolari riduzione per le persone con disabilità grave in possesso di legge 104. Molti Comuni, nelle delibere annuali stabiliscono degli sgravi per le famiglie in difficoltà economiche e nuclei familiari con familiari disabili. Analizziamo il quesito di un nostro lettore che risiede in provincia di Palermo. 

Bonus tassa rifiuti: riduzione o esenzione con legge 104

Un lettore ci scrive: Sono residente a San Giuseppe Jato provincia  di Palermo in possesso di legge 104 grave spetta riduzione sulla tassa sui rifiuti? Se si cosa debbo fare?

Il comune di San Giuseppe Jato in provincia di Palermo, da come evidenziato dal proprio sito, non applica tariffe ridotte per famiglie in difficoltà economiche o con nuclei familiari composti da un familiare disabile. L’ultima ordinanza precisa che sono assoggettati alla tassa sui rifiuti: tutti i fabbricati esistenti su territorio comunale, nonché qualsiasi locale e/o costruzione stabilmente ancorata al suolo, chiuso su tutti i suoi lati, a qualsiasi uso adibiti, purché suscettibili di produrre rifiuti urbani o ad essi assimilabili.

La tariffa si divide per utenze domestiche con una quota fissa rapportata alla superficie dell’immobile e una quota variabile in riferimento ai componenti del nucleo familiare. L’importo così determinato dovrà essere pagato in quattro rate: (31 maggio; 15 luglio; 15 settembre; 15 novembre). Il tributo è versato interamente al comune secondo apposite indicazioni. Da quanto riporta l’ultima ordinanza non ci sono al momento agevolazioni per le persone con disabilità. 


Leggi anche: Reddito di cittadinanza e bonus Inps autoimpiego: i requisiti

⇒ Legge 104: esenzione tassa rifiuti, istanza ad ottobre

Lo sconto TARI in arrivo

Il bonus TARI è stato previsto dall’articolo 57 bis del Decreto Fiscale 2020, collegato alla Legge di Bilancio 2020. Prevede che tutti  i cittadini che versano in ristrettezza economica possono usufruire delle agevolazioni previste dal bonus sociale, e quindi, richiedere il bonus Tari. La sua applicazione ha la stessa funzione del bonus energia e viene calcolato in base all’ISEE. Lo sconto porterà una diminuzione direttamente sul calcolo.

Secondo le ultime indicazioni, sappiamo che per accedere allo sconto della tassa sui rifiuti è necessario che il reddito ISEE rientri in una delle seguenti fasce:

  • 8.265 euro limite reddito Isee per nucleo familiare standard;
  • la soglia reddituale non deve superare 20mila euro, nel caso in cui il nucleo familiare sia composto da circa 4 figli a carico;
  • percettori del Reddito di cittadinanza o  titolari della Pensione di cittadinanza.

Lo sconto TARI è riservato solo ai soggetti titolari di utenza domestica. 

Le consiglio di contattare l’ufficio tributi, anche telefonicamente, e chiedere se sono presenti riduzioni per la sua categoria e se sono attivi per lo sconto TARI, può trovare maggiori informazioni in quest’articolo: Bonus TARI e bonus acqua 2020: novità su sconti, domande e scadenze