Congedo per cure retribuito legge 104, la documentazione specifica

-
18/07/2019

Congedo per cure con legge 104 di 30 giorni retribuito dal datore di lavoro, ecco di cosa si tratta e la documentazione da presentare.

Congedo per cure retribuito legge 104, la documentazione specifica

Congedo per cure, esaminiamo il quesito di una nostra lettrice, analizzando quando è come chiederlo: Buonasera, volevo cortesemente fare  una domanda: sono una dipendente privata con una invalidità al 77% beneficio della 104 arte comma 3, Sono affetta da morbo di crohn e ho richiesto un congedo per cure di 30 giorni. Sto facendo una nuova terapia biologica​ inerente alla mia invalidità. 

Ho rilasciato alla ditta tutta la mia documentazione che mi avevano richiesto la ditta accetta e chiede i giorni che effettuero le cure con documenti rilasciati dal medico che la prescrive. La cura che faccio è una terapia che va fatta una volta a settimana nella ospedale. Volevo capire se copre anche se su un mese la faccio 4 giorni tutto il periodo richiesto di 30 giorni ho devo richiedere solo i giorni di ciclo terapeutico? Aspetto vostra risposta è ringrazio anticipatamente.

Congedo per cure retribuito dal datore di lavoro

In sintesi questo congedo deve essere accordato dal datore di lavoro a seguito espressa domanda del lavoratore interessato, alla domanda dovrà essere allegata documentazione del medico convenzionato con il SSN, dalle quale risulti la necessità delle cure per la patologia invalidante riconosciuta. Il congedo non può superare i trenta giorni l’anno, può essere fruito anche in modo frazionato; la normativa sul frazionamento non è chiara, si intuisce che non è possibile a ore. La domanda dovrà essere inoltrata al datore di lavoro il quale dovrà retribuire il periodo di congedo secondo il regime economico delle assenze per malattia. 

Congedo per cure disabili retribuito: la documentazione al datore di lavoro

La documentazione medica allegata alla domanda


Leggi anche: Bonus prima casa under 36: Isee, requisiti, scadenza e agevolazioni fiscali

Di particolare rilievo ha la documentazione da allegare alla domanda, che deve specificare in modo dettagliato la terapia da seguire e i giorni che servono per le cure associata alla patologia invalidante certificata. 

Rispondendo alla nostra lettrice, lei deve richiedere i giorni che le servono per la terapia e per il recupero inerenti alla sua patologia. I giorni dovranno essere riportati sulla certificazione del medico che le ha prescritto la terapia. Questo perché in molti casi, non so se anche il suo caso, dopo un ciclo di terapia, la ripresa fisica è difficile e comporta un periodo di riposo necessario per fare in modo che la cura abbia la sua efficacia.