Congedo straordinario legge 104 e contratto a termine, come funziona?

-
06/11/2019

E’ possibile fruire del congedo straordinario retribuito se si è lavoratori a tempo determinato? Vediamo come e per quanto.

Congedo straordinario legge 104 e contratto a termine, come funziona?

Il congedo straordinario retribuito permette ai lavoratori dipendenti, sia del settore pubblico che di quello privato, che assistono un familiare con handicap grave in base alla legge 104, articolo 3, comma 3, di assentarsi dal lavoro per un massimo di 2 anni percependo un’indennità pari all’ultima retribuzione, conservando, al tempo stesso, posto di lavoro e mansione svolta. 

Congedo straordinario e lavoro a termine

Una nostra lettrice ci chiede:

Buongiorno,vivo in provincia di Trento.Ho letto l’articolo che riguarda il congedo straordinario legge 104,e vorrei sapere se posso usufruire,in quanto io ho lavorato solo una settimana avendo un contratto determinato,che scade il 30 novembre,ma il datore di lavoro,mi ha detto che mi lo rinnova.Ho lavorato soltanto una settimana, perché il mio marito si e ammalato gravemente al improvviso (tumore al tronco cerebrale)ha ricevuto una invalidità di 100%,e ha bisogno di assistenza sempre.Grazie.Buona giornata.Aspetto la sua risposta.

Il congedo straordinario retribuito può essere fruito sia da lavoratori a tempo indeterminato che da lavoratori con contratto a termine con una sostanziale differenza: mentre i lavoratori a tempo indeterminato possono godere del congedo indistintamente, quelli che hanno un contratto con una data di scadenza possono fruire del congedo legato all’assistenza di un familiare con 104, solo fino alla scadenza del contratto.

Nel suo caso, quindi, chiedendo oggi il congedo (che comunque ha pratiche burocratiche che necessitano di circa 60 giorni per l’accoglimento della domanda) ne potrebbe fruire soltanto fino al 30 novembre 2019. Se è sicura che le rinnoveranno il contratto di lavoro può iniziare a presentare domanda di congedo ora fruendone, poi, dopo il 30 novembre con il rinnovo del contratto ma solo fino alla scadenza dello stesso. 


Leggi anche: Whatsapp dal 2021 smetterà di funzionare su questi cellulari

Resta inteso che se il contratto durasse meno della durata massima del congedo (2 anni) potrà fruire del residuo non goduto successivamente con prossimi contratti di lavoro.