Congedo straordinario retribuito per 1 anno: ho diritto alla tredicesima?

-
28/09/2019

Durante la fruizione del congedo straordinario retribuito la tredicesima non matura e non spetta, quindi, per i mesi dell’anno in cui il dipendente ha sospeso il rapporto di lavoro.

Congedo straordinario retribuito per 1 anno: ho diritto alla tredicesima?

Il congedo straordinario retribuito permette ai lavoratori che assistono un familiare con handicap grave di fruire di un massimo di 2 anni di aspettativa retribuita (in base all’ultimo  stipendio calcolato sugli elementi base) mantenendo non solo il posto di lavoro ma anche la mansione coperta. Ma è bene prendere in considerazione che il congedo comporta una sospensione del rapporto di lavoro. Cosa comporta questo?

Congedo straordinario e tredicesima

Una nostra lettrice ci scrive:

Buon pomeriggio sono una professoressa e dal 1 settembre al 31 agosto ho chiesto il congedo per mio padre disabile al 100% L.104 comma 3 art.3. Ho diritto alla tredicesima?
In attesa di un tempestivo riscontro ringrazio

Come abbiamo introdotto ad inizio articolo fruire del congedo straordinario retribuito comporta una sospensione del rapporto di lavoro; l’indennità corrisposta durante il congedo, infatti, viene erogata dall’INPS e non dal datore di lavoro. Il congedo permette di mantenere il posto di lavoro ma a tutti gli effetti durante la fruizione il rapporto di lavoro è sospeso e spetta soltanto l’indennità corrisposta dall’INPS e la copertura di contribuzione figurativa relativa a tutto il periodo.

Questo, ovviamente, significa che tutto ciò che si matura in costanza di rapporto di lavoro durante il congedo straordinario non matura. E nel particolare durante il periodo di congedo straordinario retribuito non maturano le ferie, non si incrementa il TFR e non spetta eventuale tredicesima e quattordicesima, tutti elementi legati alla costanza del rapporto di lavoro.


Leggi anche: Pensioni anticipate e APE sociale dai 63 anni: requisiti e vincoli, ecco chi rientra nella proroga della LdB20201

Se, quindi, lei fruirà del congedo dal 1 settembre 2019 al 31 agosto 2020, a dicembre 2019 si vedrà corrispondere la tredicesima relativa ai primi 8 mesi dell’anno, ma non ai mesi da settembre a dicembre. Allo stesso modo, nel 2020, la tredicesima spettante sarà quella relativa ai mesi da settembre a dicembre.

Anche le sue ferie, di conseguenza non matureranno e non accantonerà nulla per il TFR nei 12 mesi di congedo straordinario.