Congedo straordinario retribuito per madre con legge 104: quali condizioni?

-
11/10/2019

Congedo straordinario retribuito per la madre: non per forza vedova, il padre potrebbe essere invalido.

Congedo straordinario retribuito per madre con legge 104: quali condizioni?

Il congedo straordinario retribuito, regolato dalla legge 151/2001, permette al lavoratore dipendente di assiste un familiare con handicap grave in base alla legge 104/1992 articolo 3, comma 3. Il congedo, come abbiamo speso scritto, spetta secondo un ordine di priorità familiare vincolante che stabilisce chi è l’avente diritto.

Congedo straordinario per la mamma

Una nostra lettrice ci scrive:

Buongiorno per avere il congedo per mia madre deve essere vedova ?

Il congedo straordinario retribuito, come abbiamo specificato anche sopra, viene concesso in base ad un ordine di priorità familiare che stabilisce, appunto, il titolare del diritto. Nel caso in questione il primo titolare è il coniuge. Il diritto scala ai figli solo nel caso di mancanza, decesso o patologia invalidante dell’avente diritto.

Non per forza, quindi, sua mamma deve essere vedova per essere lei titolare del diritto, ma potrebbe anche suo padre essere affetto da patologia invalidante che non gli permette l’assistenza della coniuge.

In ogni caso, se il coniuge di sua madre è in vita e non è affetto da patologia invalidante il titolare del diritto alla fruizione del congedo straordinario retribuito è lui.

Tale diritto, tra l’altro, non può essere ceduto, neache per iscritto, in favore di altro familiare e poco conta l’avanzata età dell’avente diritto o, magari, l’occupazione che svolge che non permette di fruire del congedo.