Congedo straordinario retribuito: stipendio, tredicesima, ferie e TFR

-
05/09/2019

Durante le fruizione del congedo straordinario retribuito spetta lo stipendio, la tredicesima, il TFR e si maturano le ferie?

Congedo straordinario retribuito: stipendio, tredicesima, ferie e TFR

Il congedo straordinario retribuito permette di assentarsi fino a 2 anni consecutivi dal lavoro per assistere familiare con handicap grave in base alla legge 104, articolo 3, comma 3. Il congedo è fruibile sia dai dipendenti pubblici che da quelli privati e può essere richiesto una sola volta in tutta la vita lavorativa. Una nostra lettrice, dipendente del comparto scuola, ci scrive: Sono una docente,  dal 01-09′-1019 al 31-08-2020 per lo stato di salute, estremamente peggiorato, di mio padre, sono in congedo. Perderò lo stipendio e tutta la tredicesima? In attesa di un tempestivo riscontro ringrazio.

Congedo straordinario e spettanze

il congedo straordinario è una sospensione del rapporto di lavoro per la quale spetta una indennità pari all’ultima retribuzione (calcolata solo sulle voci  base della busta paga, non considerando, quindi, eventuali straordinari, bonus produzione e tutte le altre voci variabili). Non perderà, quindi, lo stipendio poichè per tutta la durata del congedo straordinario retribuito sarà sostituito dall’indennità in questione.

Discorso diverso, però, per tredicesima, ferie e TFR. Il congedo, come abbiamo detto, è una sospensione del rapporto di lavoro e quindi, durante la sua fruizione, non permette la maturazione delle ferie (che maturano appunto in base ai mesi effettivamente lavorati), l’accantonamento del TFR (che si basa sul lavoro effettivamente prestato e non può, quindi, essere accantonato in un periodo in cui il rapporto di lavoro è sospeso).


Leggi anche: Pagamento Imu, calcolo, scadenza e saldo 2020: chi potrà beneficiare della cancellazione per Covid-19

Per quanto riguarda la tredicesima, non spetta per i mesi che ha fruito del congedo, a dicembre 2019, quindi, le spetterà la tredicesima relativa ai mesi da gennaio ad agosto, ma non per i mesi in cui il rapporto di lavoro era sospeso per la fruizione del congedo.