Diabete: assegno invalidità e accompagnamento con legge 104

Il diabete è una patologia invalidante che da diritto all’assegno di invalidità ordinario e all’indennità di accompagnamento.

Il diabete è una malattia cronica, che si presenta con elevati livelli di glucosio nel sangue. Il diabete è una malattia subdola è colpisce molti organi, inoltre, numerosi studi hanno dimostrato che le persone diabetiche sono esposte maggiormente al morbo di Alzheimer rispetto ad altri individui.

Bonus di 500 euro per diabetici: di cosa si tratta

Scusate se disturbo ma volevo informazioni per quanto riguarda il bonus diabetico mio marito che già ha un’invalidità 95 % per trapiantato renale è prende intorno alle 340 €. Gli tocca questo bonus avendo il diabete con un’emoglobina glicata a 13. Cordiali saluti

Diabete: invalidità e accompagnamento

In questi giorni ci stanno arrivando quesiti sul bonus di 500 euro per le persone affette da diabete. Ieri, in un articolo abbiamo chiarito che la notizia è riportata con un titolo ad effetto, infatti abbiamo chiarito in quest’articolo, quanto c’è di vero: Bonus 500 per diabete, quanto c’è di vero?

In effetti, il diabete è una malattia invalidante e in base al grado di invalidità è possibile ottenere l’assegno ordinario di invalidità che dopo tre rinnovi si trasforma in pensione. In alcuni casi dove sussistono difficoltà di deambulazione è possibile fare domanda dell’indennità di accompagnamento che è pari per il 2019 a € 517,84.

Da qui la notizia del bonus di 500 euro fatta girare sul web. In effetti non c’è nessun bonus, ma un diritto acquisito nel tempo dalle persone con patologie invalidanti a cui è stato riconosciuto l’handicap grave (legge 104 art. 3 comma 3). È possibile fare domanda all’Inps per l’accompagnamento  e dopo che una commissione medico – legale avrà verificato la reale sussistenza dei requisiti di difficoltà a compiere atti quotidiani, potrà delibare l’accompagnamento a favore del richiedente.

Conclusione

In riferimento al quesito posto, se suo marito si trova in condizioni di non poter compiere da solo atti quotidiani, può fare domanda di aggravamento con richiesta dell’indennità di accompagnamento. La prima cosa da fare è recarsi dal medico curante il quale provvederà ad inoltrare all’Inps il certificato medico elencando tutte le patologie e lo stato invalidante. Il medico le rilascerà il numero di protocollo dell’invio che dovrà essere indicato nella domanda di aggravamento da inviare telematicamente all’Inps entro 90 giorni dal rilascio del certificato. 

Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Angelina Tortora

Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”