Diabete e legge 104 per i tre giorni di permesso, ecco come ottenerla

-
28/08/2019

È possibile ottenere la legge 104 con handicap grave per poter fruire dei permessi di tre giorni retribuiti, anche per il diabete: ecco come fare.

Diabete e legge 104 per i tre giorni di permesso, ecco come ottenerla

Diabete e legge 104, esaminiamo il quesito di un nostro lettore: Ho 46 anni, da quando avevo 14 anni soffro di diabete mellito tipo 1 insulino dipendente  con sbalzi glicemici e ricorsi in PS o ambulanza a domicilio, episodi recidivanti di bronchite con componente asmatica  da circa tre anni uso foster, ripreso a marzo con ambulanza che mi ha aiutato con ossigeno. Ho il 50% di invalidità, posso  anch’ io usufruire della legge 104? Ne avrei bisogno, visto che spesso mi assento da lavoro per debolezza fisica affanno e bronchite asmatica o solo asma, i battiti  cardiaci spesso  a riposo sono 120 al minuto. Gonfiore addome e debolezza con sonnolenza. Ringrazio  dell’attenzione, aspetto con ansia  un Vostro riscontro, e grazie infinite per avermi ascoltato.

Diabete e invalidità

Il diabete è una patologia invalidante e fa parte delle patologie dell’apparato endocrino, che comportano una maggiore riduzione della capacità lavorativa, nello specifico:

  • diabete mellito con complicanze moderate: invalidità dal 61 al 90%;
  • diabete mellito con complicanze moderate: invalidità dal 91 al 100%;
  • acromegalia con complicanze: invalidità dal 21 al 100%;
  • sindrome di cushing con complicanze: invalidità dal 21 al 100%;
  • insufficienza corticosurrenale con plurimi ricoveri per crisi surrenaliche recidivanti: invalidità al 100%.

Per maggiori chiarimenti sulla valutazione per la determinazione del deficit funzionante, consigliamo di leggere: Diabete: invalidità e accompagnamento come fare domanda

Come chiedere la legge 104

Lei per poter fruire dei tre giorni di permessi con legge 104 (art. 3 comma 3), deve fare domanda della legge 104 seguendo lo stesso iter medico per il riconoscimento dell’invalidità. Deve presentare richiesta di aggravamento della patologia.


Leggi anche: Canone RAI ancora in bolletta: chi deve pagarlo e come chiedere l’esenzione

Il primo passo da fare è rivolgersi al medico curante che deve inviare il certificato medico telematicamente all’Inps inserendo tutte le patologie di cui è affetto e specificando la gravità. Il medico le rilascerà un numero protocollo che dovrà indicare nella domanda di aggravamento e legge 104, si può rivolgere al patronato per inoltrare la domanda telematica all’Inps, ha tempo 90 giorni dall’emissione del certificato medico. 

L’Inps, la convocherà a visita medica-legale, le consiglio di produrre in quella sede, documentazione medica recente attestante la gravità di tutte le patologie di cui è affetto. 

Successivamente la Commissione medica valuterà la sua situazione e le rilascerà un verbale indicando la percentuale di invalidità e la gravità del suo handicap. Solo se il verbale riporta un handicap grave quindi con legge 104 art. 3 comma 3, potrà fare domanda dei permessi legge 104 di tre giorni retribuiti. 

Per essere sempre aggiornati, seguiteci su: FacebookTwitterGnewsInstragram e WhatsApp al numero +39 3515397062