Disabile al 100%: nel 2019 deve pagare la Tari o spetta l’esenzione?

TARI nel 2019: agevolazioni per disabili e famiglie che vertono in condizioni economiche disagiate, scadenze e novità.

La tassa sui rifiuti, chiamata TARI, negli ultimi anni ha subito degli incrementi che in alcuni anni hanno superato il 50 per cento. L’aumento della TARI è dovuto a molti fattori, principalmente dipende dalle poche entrate nella casse dei Comuni italiani e quindi si riversa il dovuto sul cittadino.

TARI: scadenze 2019

Ogni comune può disporre la scadenza della tassa sui rifiuti come meglio crede, in linea generale per molti comuni italiani la scadenza è così suddivisa:

  • in un’unica soluzione o prima rata entro il 16 giugno 2019;
  • seconda rata entro il 31 marzo 2019;
  • terza rata entro il 30 giugno 2019;
  • quarta rata entro il 30 settembre 2019.

È possibile pagare la TARI con modello F24 tramite gli sportelli postali, con domiciliazione bancaria su conto corrente bancario o postale; presso il tabaccaio, con l’App di poste italiane con smartphone o tablet.  

TARI: agevolazioni ed esenzioni

Un lettore ci ha posto la seguente domanda: Abito con la mamma disabile al 100% chiedo se è possibile e se il comune di appartenenza far pagare la tari la mamma ha solo l’accompagnamento e la pensione di reversibilità di mio padre grazie

Comune e agevolazioni

Ogni Comune può stabilire delle agevolazioni per le famiglie disagiate, per disabili, per attività commerciali, ecc. Quindi, per sapere se si è esonerati dal pagamento della Tari se si verte in una situazione di disabilità, bisogna rivolgersi al Comune di appartenenza all’ufficio tributi.

In linea generale tutti i Comuni attuano delle riduzioni o esenzioni per le categorie protette disabili, la domanda dovrà essere presentata ogni anno.

Ad esempio, il Comune di Sassano ha deliberato in riferimento alla TARI 2019, una serie di agevolazioni con nuclei familiari in cui sono presenti persone disabili, e precisamente:

  • ha stabilito che le famiglie con un nucleo familiare dove sia presente una persona maggiorenne con un’invalidità al 100%, senza indennità di accompagnamento, dovranno pagare il 50% in meno sull’importo totale della TARI;
  •  le famiglie con nuclei familiari in cui sia presente un minorenne disabili gravi, anche se percettori di indennità di accompagnamento, avranno un’agevolazione sulla TARI 2019 del 100%.

Questo è solo un esempio, ogni Comune può deliberare le agevolazioni ed esenzioni per disabili. Le consiglio di informarsi presso il Comune di residenza. 

Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Angelina Tortora

Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”