Esenzione bollo auto con legge 104 art. 3 comma 1, è possibile?

-
06/11/2018

Bollo auto ed esenzione con legge 104 art. 3 comma 1, quando è possibile e come farne richiesta. Tutte le informazioni possibili.

Esenzione bollo auto con legge 104 art. 3 comma 1, è possibile?

Bollo auto e legge 104, analizziamo chi può farne richiesta rispondendo ai nostri lettori.

Possono usufruire dell’esenzione dal pagamento del bollo auto:

  1. non vedenti e sordi
  2. disabili con handicap psichico o mentale titolari dell’indennità di accompagnamento
  3. disabili con grave limitazione della capacità di deambulazione o affetti da pluriamputazioni
  4. disabili con ridotte o impedite capacità motorie.

non vedenti sono le persone colpite da cecità assoluta o che hanno un residuo visivo non superiore a un decimo a entrambi gli occhi con eventuale correzione.

Gli articoli 2, 3 e 4 della legge n. 138/2001 individuano esattamente le varie categorie di non vedenti, fornendo la definizione di ciechi totali, parziali e ipovedenti gravi.

Per quanto riguarda i sordi, invece, occorre far riferimento alla legge n. 381 del 26 maggio 1970 (circolare dell’Agenzia delle Entrate n. 3/E del 2 marzo 2016), che all’art. 1, comma 2, recita testualmente “…si considera sordo il minorato sensoriale dell’udito affetto da sordità congenita o acquisita durante l’età evolutiva …”.

disabili elencati ai punti 2 e 3 sono quelli che hanno un grave handicap (comma 3 dell’articolo 3 della legge n. 104/1992), certificato con verbale dalla Commissione per l’accertamento dell’handicap presso l’Asl.

In particolare, i disabili di cui al punto 3 sono quelli con handicap grave derivante da patologie (comprese le pluriamputazioni) che comportano una limitazione permanente della capacità di deambulazione.

disabili indicati al punto 4 sono coloro che presentano ridotte o impedite capacità motorie ma che non risultano contemporaneamente “affetti da grave limitazione della capacità di deambulazione”.

L’esenzione spetta sia quando l’auto è intestata al disabile sia quando l’intestatario è un familiare del quale egli è fiscalmente a carico.

La dicitura che deve avere il verbale legge 104 art. 3 comma 3

Se il verbale riporta la seguente dicitura:  “l’interessato possiede i requisit tra quelli dell’art. 4 DL 9 febbraio 2012 n. 5″,  è possibile ottenere l’esenzione del bollo auto, e tutte le agevolazioni auto.

Domande e risposte

1) Buonasera  posso richiedere l’ esenzione bollo per mia moglie affetta da sm con 67 punti d’invalidità ed avere riconosciuta la legge 104 n.192 art3 comma1 non in gravità?

Lei può fare richiesta della legge 104, ad accertarne l’handicap sarà la commissione medica in base alle difficoltà della patologia invalidante. Per maggiori chiarimenti consiglio di leggere: Legge 104: viene riconosciuta solo con un’invalidità alta?

 

2) Buonasera, ho art. 3, c. 1 legge 104/92. Nel verbale c’è scritto: “l’interessato possiede i requisit tra quelli dell’art. 4 DL 9 febbraio 2012 n. 5″. Ho diritto all’esenzione del pagamento del bollo auto? Grazie 

Se il verbale riporta la dicitura menzionata, lei ha diritto a tutte le agevolazioni fiscali per disabili del settore auto, compreso il bollo auto. Deve fare domanda all’ACI di appartenenza, troverà qui tutte le indicazioni: Bollo auto 2018 e legge 104: ecco quali sono i documenti per chiedere l’esenzione

 

3) Buongiorno mio figlio ha 2 anni e mezzo e c’ha l’articolo 3 comma 1 la disabilità ha un piede mi tocca pagare bollo auto.

Le consiglio di controllare la dicitura sul verbale, se riporta: “l’interessato possiede i requisit tra quelli dell’art. 4 DL 9 febbraio 2012 n. 5″, può farne richiesta.

Per una risposta dei nostri esperti scrivi a [email protected]