Esenzione bollo auto, spetta per sclerosi multipla?

-
13/07/2020

Per i pazienti affetti da sclerosi multipla spetta tra le agevolazioni l’esenzione dal pagamento del bollo auto?

Esenzione bollo auto, spetta per sclerosi multipla?

L’esenzione bollo auto non spetta a tutti gli invalidi ma solo a determinate categorie. L’esenzione bollo auto, infatti, fa parte delle agevolazioni spettanti ai disabili che,però, riguarda tutti. Rispondiamo alla domanda di un lettore per capire se nel suo caso specifico l’agevolazione spetta.

Esenzione bollo auto per sclerosi multipli

Un lettore scrive:

Salve ,vorrei gentilmente un consiglio:ho purtroppo la sclerosi multipla:in mio possesso ho la patente speciale, ho una invalidità al 90per cento, ho il contrassegno definitivo per il parcheggio invalidi, non devo fare le modifiche alla vettura confermate dalla commissione mediche per la patente speciale ,il bollo della mia vettura   è in esenzione?grazie e attendo vostro riscontro buona serata

Possono usufruire dell’esenzione dal pagamento del bollo auto:

  1. non vedenti e sordi
  2. disabili con handicap psichico o mentale titolari dell’indennità di accompagnamento
  3. disabili con grave limitazione della capacità di deambulazione o affetti da pluriamputazioni
  4. disabili con ridotte o impedite capacità motorie.

La sclerosi multipla, malattia neurodegenerativa, attacca il sistema nervoso centrale causando moltissimi disturbi che, se nei primi stadi sono sopportabili, porta ad un deperimento che riduce la mobilità fino a costringere chi ne soffre sulla sedia a rotelle o a letto.


Leggi anche: Pensioni Pepp, c’è l’ok alla previdenza integrativa portabile in Europa

La vita di chi soffre di sclerosi multipla non è facile e si complica con il passare del tempo. Proprio per questo motivo ai malati di sclerosi vengono riconosciute le agevolazioni fiscali spettanti ai disabili tra le quali rientra anche l’esenzione dal pagamento del bollo e delle imposte di trascrizione del passaggio di proprietà e contrassegno d’invalidità per i parcheggi dedicati.

Appurato, quindi, che l’esenzione dal pagamento del bollo auto le spetta la informo che deve presentare apposita domanda agli uffici collegati con il Ministero delle Finanze: se risiede in una regione convenzionata ACI, può presentare domanda anche agli uffici provinciali dell’ACI, altrimenti presso l’ufficio tributi della sua Regione o presso l’Agenzia delle Entrate.

Per presentare domanda sono necessari i seguenti documenti:

  • domanda compilata per richiedere l’esenzione
  • copia della carta di circolazione del veicolo
  • copia della certificazione della Commissione Medica Pubblica che attesti la sua patologia
  • Copia della patente di guida