Esenzione canone RAI con legge 104, è possibile?

-
30/01/2019

Canone Rai, chi assiste un familiare con la legge 104 art. 3 comma 3 o per se stesso, ha diritto all’esenzione del canone?

Esenzione canone RAI con legge 104, è possibile?

Legge 104 e canone RAI: Buonasera sono il papa’ di una ragazza di 26 anni, con la legge 104/92 comma 3 art. 3 e inabile al 100% dal lavoro, volevo sapere se rientravo per avere l’esenzione dal canone RAI, aspetto una vostra risposta.

L’esenzione del canone RAI per i disabili esisteva molti anni fa, poi è stata cancellata. L’Ageznia ha chiarito che non sono previste esenzioni inerente il canone RAI per le persone con disabilità, precisando che: “la legge non prevede, a favore delle persone disabili, ipotesi di esonero dal pagamento del canone di abbonamento, infatti dal 01/01/74 tale esenzione e’ stata abrogata ai sensi dell’art. 42 del D.P.R. 29/9/73 n. 601

Esenzione canone RAI: chi sono i beneficiari?

Possono beneficiare dell’esenzione del canone RAI i cittadini che hanno compiuto 75 anni, con un reddito annuo non superiore a 8.000 euro, si fa riferimento al redditi dichiarati nell’anno precedente Nei redditi da dichiarare sono inclusi nei redditi gli interessi maturati su depositi bancari, postali e titoli di stato, così come i redditi esenti da Irpef e il reddito dell’abitazione principale e le relative pertinenze.

La soglia di 8.000 euro, riguarda la somma dei redditi del contribuente over 75 e del coniuge convivente. Inoltre, non possono esserci altri soggetti conviventi titolari di reddito diversi dal coniuge. L’esenzione del canone per gli over 75 anni, può essere richiesta solo per la TV nell’abitazione di residenza.


Leggi anche: Cassa integrazione COVID Ristori Bis: come funziona la proroga e quanto dura, ecco le prime istruzioni Inps

Come presentare domanda di esenzione – Modulo scaricabile