Indennità di frequenza: quando spetta, per quanti e quali mesi

-
21/04/2020

Indennità di frequenza, per quanto tempo spetta e ogni quanto presentare domanda di rinnovo?

Indennità di frequenza: quando spetta, per quanti e quali mesi

Indennità di frequenza è una prestazione erogata per l’inserimento sociale e scolastico per minori con disabilità. Per il riconoscimento dell’indennità bisogna presentare domanda dopo aver provveduto al riconoscimento dei requisiti sanitari (la domanda si inoltra tramite il servizio chiamato “Invalidità Civile – invio domanda di riconoscimento dei requisiti sanitari”.

Indennità di frequenza cos’è e a cosa serve

L’indennità di frequenza è stata istituita nel 1990 per aiutare economicamente le famiglie a sostenere l’inserimento non solo scolastico ma anche sociale del proprio figlio minore con disabilità.

L’importo dell’indennità è pari a 280 euro circa mensili e viene corrisposta per tutta la durata della frequenza sia scolastica che di forme di riabilitazione.

Indennità di frequenza per quanto tempo spetta

Una nostra lettrice ci chiede:

Buonasera volevo chiedere, mio figlio percepisce la indennità di frequenza! Ma non mi ricordo più se a settembre devo nuovamente richiederla ?e se va da ottobre a giugno.. grazie infinite.

L’indennità di frequenza viene riconosciuta per un massimo di 12 mensilità (quindi la domanda va presentata ogni anno allo scadere della prestazione in corso).

L’indennità di frequenza viene erogata per tutto il periodo in cui dura la frequenza del minore. La frequenza scolastica, ovviamente, è considerata da settembre a giugno, ma è possibile ottenere l’indennità anche per i mesi estivi se il minore frequenta anche centri diurni specializzati nel trattamento terapeutico, centri di formazione o centri ambulatoriali.

Per ricevere l’indennità di frequenza, quindi, il minore deve frequentare in modo continuativo la scuola, un centro di formazione professionale, un centro di riabilitazione e di recupero dedicato a persone portatrici di handicap poichè la percezione del beneficio è limitata ai mesi di effettiva frequenza del minore.

Per rispondere, quindi alla sua domanda: deve presentare il rinnovo per l’indennità di frequenza ogni anno. Se suo figlio frequenta soltanto la scuola allora il beneficio spetta soltanto per i mesi di effettiva frequenza scolastica. Se il minore, invece, anche in estate frequenta dei centri per terapia o recupero (minimo per almeno 4 giorni al mese) l’indennità spetta anche durante i mesi estivi.