Invalidità e visita di revisione: si conservano i diritti acquisiti

Invalidità confermata con la visita di revisione, nel frattempo si possono fruire delle agevolazioni? Analizziamo la normativa vigente

Invalidità e visita di revisione: si conservano i diritti acquisiti

Invalidità e visita di revisione: Buonasera avv.De Siena vorrei chiederle delle informazioni relative ad una pratica di mio marito riconosciuto invalido civile con accompagnamento con data revisione aprile 2018

È stato richiamato a visita il 26/02/2018 per revisione è stato riconosciuto invalido all’80% succede che l’INPS aveva predisposto il pagamento di marzo relativo all’indennità di accompagnamento che poi hanno richiesto il rimborso..io mi chiedo adesso è lecito chiamare con due mesi di anticipo per la revisione ?il rimborso che è stato fatto era dovuto?grazie per la sua risposta se mai vorrà darmene.

Invalidità e revisione

Gent. Ma Sig.ra

Secondo la nuova normativa – art. 25, Legge 114/14 – legge di conversione del decreto-legge 24 giugno 2014 n. 90 – gli invalidi civili e le persone con handicap conservano tutti i diritti acquisiti in materia di prestazioni e agevolazioni di qualsiasi natura fino alla visita di revisione e relativo iter di verifica. La norma stabilisce, inoltre, che la convocazione a visita, dov’è prevista la rivedibilità, è di competenza dell’Istituto nazionale della previdenza sociale (INPS).

Ovviamente fino alla data di revisione indicata a verbale permane il diritto all’indennità riconosciuta, pertanto se   ancora nei termini dei sei mesi (180gg) dalla comunicazione del verbali di revisione può  fare ricorso avanti al Giudice del Lavoro,  nell’ipotesi  in cui il termine dei sei mesi sia decorso infruttuosamente, temo che Lei debba procedere con la restituzione. 


Leggi anche: Canone Rai: come ottenere il rimborso procedura e modulo

Cordialmente Avv. Fernanda Elisa De Siena