Legge 104: come chiedere l’accompagnamento di 517,84 euro

Indennità di accompagnamento con legge 104, chi può fare richiesta e come fare, tutte le indicazioni.

Verbale legge 104 e accompagnamentoBuon pomeriggio, mio padre è stato considerato dalla commissione INPS invalido 100% causa Alzheimer, ha la dichiarazione di legge 104 art. 3 comma 3. Vorrei sapere se ha diritto ad agevolazioni tipo diminuzione tasse immondizie, accompagnamento visto che devo accompagnarlo sempre io, o altri aiuti e soprattutto, come devo fare, io lavoro, ho 3gg da per prendere per aiutare mio padre, ma comunque le spese sono sempre molte, il bollo auto fa parte delle riduzioni? Sono nuova in questa brutta situazione. Grazie per il vostro aiuto ed i vostri chiarimenti. Buon lavoro.

In quest’articolo svilupperò la richiesta su come chiedere l’indennità di accompagnamento, dando indicazioni sull’esenzione Tari e bollo auto.

Indennità di accompagnamento

Possono fare richiesta dell’indennità di accompagnamento coloro a cui è stata riconosciuta un’invalidità con una percentuale del 100 per cento che per svolgere le attività di vita quotidiana devono avere il sostegno di un accompagnatore (difficoltà a deambulare).

Se sono presenti questi fattori, l’indennità spetta indipendentemente dell’età e del reddito del richiedente. Inoltre, la prestazione è compatibile con l’attività lavorativa, con le pensioni, con la pensione di inabilità e con l’indennità di accompagnamento per i ciechi totali o parziali.

Per l’anno 2019 l’importo dell’indennità ammonta a euro 517,84; l’importo è esente da Irpef.

Per poter fare domanda bisogna fare l’iter medico legale effettuato per l’invalidità, ed esattamente:

richiedere al medico d base il certificato medico da inviare all’Inps che specifica lo stato di aggravato delle patologie invalidanti. L’invio viene inviato telematicamente all’Inps; il medico le rilascerà un protocollo di invio che dovrà indicare sulla domanda dell’indennità di accompagnamento da fare presso un patronato. Dal certificato ha 90 giorni per presentare domanda. La domanda può essere inoltrata direttamente dal portale dell’INPS con il pin dispositivo.

Esenzione e riduzione TARI

La tassa sui rifiuti, chiamata TARI, negli ultimi anni ha subito degli incrementi che in alcuni anni hanno superato il 50 per cento. L’aumento della TARI è dovuto a molti fattori, principalmente dipende dalle poche entrate nella casse dei Comuni italiani e quindi si riversa il dovuto sul cittadino. Abbiamo trattato l’argomento in quest’articolo: Disabile al 100%: nel 2019 deve pagare la Tari o spetta l’esenzione?

Esenzione Bollo auto 

La tassa più odiata dagli italiani, va pagato ogni anno; ci sono delle eccezioni che prevedono l’esenzione e corrispondono alle agevolazioni fiscali disabili. Abbiamo trattato l’argomento in quest’articolo: Bollo auto con legge 104

Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Angelina Tortora

Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”