Legge 104: il requisito di convivenza nel congedo e nei permessi?

-
12/09/2019

Legge 104 e requisito di convivenza, è richiesto sia per il congedo legge 151 e i permessi di tre giorni mensili? Ecco cosa prevede la normativa.

Legge 104: il requisito di convivenza nel congedo e nei permessi?

La legge 104 tutela il lavoratore disabile e il lavoratore caregiver (colui che assiste il familiare con handicap grave), con i permessi di tre giorni al mese e con il congedo biennale retribuito. Un lettore ci pone la seguente domanda: Buonasera, ho con me mia madre con una invalidità al 100%, lei non ha la residenza da me ha solo il domicilio, posso fare domanda per la 104?

Requisito di convivenza nella legge 104

Se per domanda di legge 104 intende i permessi di tre giorni retribuiti per assistere sua madre la risposta è si. Se invece, intende il congedo straordinario legge 151 di due anni retribuiti per assistere il familiare con handicap la risposta è no.

In riferimento ai permessi possono essere fruiti dai dipendenti del settore privato o del settore pubblico per il familiare in possesso della legge 104 art. 3 comma 3. Il requisito di convivenza non è richiesto. Diversamente per il congedo straordinario legge 151 per assistere il familiare con handicap grave con legge 104 art. 3 comma 3 ha due requisiti bloccanti: diritto di priorità del familiare e requisito di convivenza. Quest’ultimo può essere anche soddisfatto con la coabitazione (stesso immobile, stesso numero civico diverso appartamento, oppure con la dimora temporanea.


Leggi anche: Casa in donazione, dopo quanti anni si può vendere?

Leggi qui: Congedo e permessi legge 104: fruizione di entrambi

Per essere sempre aggiornati, seguiteci su: Facebook – Twitter – Gnews – Instragram – Pinterest e WhatsApp al numero +39 3515397062