Legge 104: permessi per assistenza disabile e cambio sede di lavoro, la sentenza

-
28/10/2019

Importanti novità sui permessi legge 104 per accudire il familiare con handicap grave e il cambio sede di lavoro, la sentenza.

Legge 104: permessi per assistenza disabile e cambio sede di lavoro, la sentenza

In merito ai permessi retribuiti con legge 104 per assistere il familiare con handicap grave (art. 3 comma 3), è intervenuta anche la Cassazione con una recente sentenza numero 26603/2019. La Cassazione ha precisato che necessario considerare il comportamento
pregresso per consentire al lavoratore, che fruisce dei permessi per assistere il familiare con handicap in situazione di gravità, il cambio di sede. 

Permessi legge 104 e cambio sede

La Corte, nella sentenza precisa che il lavoratore ha il diritto di scegliere la sede di lavoro più vicina al domicilio della persona da accudire, ma bisogna anche il suo comportamento pregresso. 

In questo modo il lavoratore,  esprime la sua volontà a prestare in modo continuativo assistenza al familiare con handicap grave.  Bisogna analizzare il periodo prima della presentazione della domanda di cambio sede. Nel caso esaminato dalla Corte la lavoratrice, nel periodo che ha preceduto la domanda di trasferimento della sede di lavoro, aveva fruito della maternità, di otto mesi di distacco sindacale e, infine, ulteriori sei mesi di congedo straordinario.

Infatti, da tali comportamenti è possibile capire la volontà di organizzare la propria esistenza in modo da poter continuare ad accudire il familiare e seguirlo nelle attività della vita quotidiana e nelle terapie.

Trasferimento con legge 104: modulo di richiesta per il posto di lavoro vicino al familiare