Mutui agevolati con legge 104 (caregiver), ecco le banche che aderiscono

-
10/05/2018

Mutui agevolati con legge 104: ecco come richiederli

Mutui agevolati con legge 104 (caregiver), ecco le banche che aderiscono

Mutui agevolati – Le famiglie che hanno un disabile certificato con la legge 104 possono richiedere un mutuo agevolato per l’acquisto o ristrutturazione di un immobile.

Mutui agevolati legge 104: chi rientra

Il mutuo agevolato è molto conveniente in quanto stiamo parlando di un finanziamento a tasso particolarmente basso e meno oneroso per il cliente.

Questa agevolazione è la “Plafon Casa” introdotta dal 2013 dall’Associazione bancaria italiana con accordi con la Cassa depositi e prestiti. Di questa agevolazione ne possono usufruire, oltre a famiglie con disabili, anche famiglie numerose con almeno 3 figli a carico e giovani coppie. Quindi è un agevolazione che non tutti possono richiedere.

Chi potrà far richiesta del mutuo agevolato deve essere in primis una persona “fisica”, quindi ne società ne enti ne possono fare richiesta. Come abbiamo detto è un agevolazione che riguarda giovani coppie, requisito importante è che al momento della richiesta dell’agevolazione i componenti della coppia devono avere un età compresa uno nei 35 anni l’altro nei 40 anni. Per le famiglie numerose, invece, il requisito è quello di avere almeno 3 figli a carico. Infine possono richiedere il mutuo agevolato le famiglie che hanno un disabile certificato con la legge 104.

Mutui agevolati: per cosa richiederlo

Gli importi richiesti con il mutuo agevolato possono essere utilizzati per l’acquisto si un immobile o per una ristrutturazione volta a migliorare l’efficienza energetica dell’immobile o per entrambe le operazioni.

Mutui agevolati: importi e durata

Il mutuo agevolato può essere richiesto per un importo massimo di 100 mila euro e per una durata massima di 10 anni per le ristrutturazioni, per un importo massimo di 250 mila euro e per una durata che va da 20 anni a 30 anni per l’acquisto dell’immobile, infine se l’operazione da finanziare è sia l’acquisto sia la ristrutturazione l’importo massimo è di 350 mila euro.

 

Mutuo per ristrutturare casa: detrazione degli interessi passivi