Nomina di amministratore sostegno disabili: è un obbligo con il compimento dei 18 anni?

-
15/11/2019

Al compimento della maggiore età del disabile è obbligatorio nominare un amministratore di sostegno?

Nomina di amministratore sostegno disabili: è un obbligo con il compimento dei 18 anni?

La legge prevede che per le persone che non possano provvedere ai prorpi interessi può essere nominato un amministratore di sostegno. Questa nomina è un obbligo oppure può essere evitata? Nel rispondere a questa domanda cogliamo l’occasione per rispondere anche al quesito di un nostro lettore che ci chiede: buongiorno,ho un figlio disabile con la diagnosi di disturbo dello spettro autistico ad alta funzionalità. Mi chiedevo se al raggiungimento della maggiore età debba essere obbligatoriamente nominato un amministratore di sostegno. Grazie

Nomina amministratore di sostegno

Per rispondere alla domanda riproponiamo l’articolo 4040 del Codice Civile che recita, testualmente, «la persona che, per effetto di una infermità ovvero di una menomazione fisica o psichica, si trova nella impossibilità, anche parziale o temporanea, di provvedere ai propri interessi, può essere assistita da un amministratore di sostegno,…».

Il codice civile, quindi, non afferma che l’amministratore di sostegno DEVE essere nominato, ma che, in caso di bisogno PUO’ essere nominato. E la distinzione è molto importante.

Se già la famiglia provvede alle necessità e a tutelare i diritti della persona con minorazione, quindi, la nomina di un amministratore di sostegno non è necessaria.

Questa figura, infatti, ha il suo motivo di essere soltanto qualora ci siano bisogni per i quali la rete familiare non può fare fronte o quando ci siano conflitti tra gli interessi del soggetto e la famiglia che lo assiste. Ma, come è evidente, si tratta di casi limite e non della normalità.


Leggi anche: Smart working per statali: ipotesi anche dall’estero

In conclusione, quindi, non è l’incapacità del soggetto a imporre la nomina di un amministratore di sostegno e se la protezione familiare esiste tale nomina non è necessaria.

Si deve giungere alla nomina di un amministratore di sostegno solo quando ce ne sia veramente bisogno.

Per rispondere, quindi, alla domanda del nostro lettore l’amministratore di sostegno non deve essere obbligatoriamente nominato al compimento della maggiore età di suo figlio.