Pensione anticipata e maggiorazioni contributive invalidi: quando spettano

-
19/04/2018

Quali sono i benefici contributivi per il riconoscimento della pensione per gli invalidi con percentuale superiore al 74%?

Pensione anticipata e maggiorazioni contributive invalidi: quando spettano

Dal 1 gennaio 2002 ai sordi e agli invalidi che possono vantare un invalidità superiore al 74% sarà riconosciuto il beneficio di una maggiorazione contributiva di 2 mesi di contribuzione figurativa per ogni anno lavorato con invalidità.

Tale maggiorazione sarà utile solo per maturare il diritto alla pensione e non per il suo calcolo e potrà raggiungere un limite massimo di 5 anni di contribuzione.

Tale maggiorazione viene concessa solo dietro presentazione di domanda e non automaticamente, e al momento della liquidazione della pensione.

Maggiorazione contributiva: chi sono i destinatari del beneficio?

Potranno godere del beneficio della maggiorazione contributiva

  • Sordi
  • Invalidi per qualsiasi causa con invalidità superiore al 74%
  • Invalidi di guerra
  • Invalidi civili di guerra
  • Invalidi per causa di servizio nel pubblico impiego

Il beneficio non sarà riconosciuto, però a coloro che sono titolari di assegno ordinario di invalidità a carico dell’Inps o delle gestioni dei lavoratori autonomi e dei fondi sostitutivi dell’AGO.

Quali periodi sono riconosciuti per il beneficio?

Ci sarà una maggiorazione di

  • di 2 mesi per ogni anno di attività prestata dal riconoscimento dell’invalidità;
  • di 1/6 per ogni settimana di lavoro svolto per periodi inferiori all’anno.

Leggi anche: Indennità di accompagnamento, chi può chiederla (legge 11 febbraio 1980 n. 18)