Pensione anticipata per invalidità e maggiorazione contributiva, quando è possibile?

-
06/09/2019

Benefici previdenziali invalidi: dalle misure per accedere prima alla pensione alla maggiorazione contributiva invalidi.

Pensione anticipata per invalidità e maggiorazione contributiva, quando è possibile?

Molto spesso affrontiamo l’argomento delle agevolazioni che spettano ai lavoratori invalidi e della possibilità di una pensione anticipata per chi ha una disabilità. Purtroppo anche in questo caso sono richiesti  requisiti molto stringenti e capita che portatori di handicap non riescano ad anticipate la pensione. Approfondiremo, in questo articolo la possibilità dell’anticipo e la richiesta della maggiorazione contributiva per gli invalidi.

Invalidità e pensione

Due nostri lettori ci scrivono:

  1. Salve.  Ho 59 anni ed ho 21 di contributi  ho un invalidità del 50% quando potrò andare  in pensione prima grazie
  2. Buona sera sig.ra Patrizia le voglio chiedere se esiste un modello standard di domanda per richiedere il beneficio della maggiorazione dei contributi figurativi per invalidi.
    Io sono un insegnante al quale è stata riconosciuta una invalidità del 100% a causa di un carcinoma al colon.
    Grazie per la sua risposta

Per rispondere ai quesiti posti faremo una panoramica dei benefici per invalidi a livello previdenziale.

1)Purtroppo con un’invalidità così bassa non ci sono possibilità di anticipo della pensione. Gli unici anticipi pensionistici per gli invalidi esistenti attualmente sono 3: da una parte la pensione di vecchiaia anticipata che può, però essere richiesta solo con un’invalidità pari o superiore all’80%, l’Ape sociale che richiede almeno 30 anni di contributi, 63 anni di età ed un’invalidità del 74% almeno e la quota 41 che richiede l’appartenenza alla categoria dei lavoratori precoci, almeno 41 anni di contributi e un’invalidità minima del 74%. Nel suo caso, quindi, un anticipo non è possibile grazie all’invalidità e per accedere alla pensione è necessario che attenda il compimento dei 67 anni per la pensione di vecchiaia.


Leggi anche: Naspi pagamento Inps di gennaio 2021: che giorno arriva la disoccupazione

2)La maggiorazione contributiva per gli invalidi prevede per invalidità superiore al 74% il riconoscimento di 2 mesi di contribuzione figurativa per ogni anno effettivamente lavorato con invalidità. La domanda va presentata all’INPS in maniera telematica compilando il modulo Cod. Ap10. In ogni caso la domanda di riconoscimento di maggiorazione contributiva per gli invalidi va presentata contestualmente alla domanda di pensione e non prima. Le ricordo, inoltre, che la contribuzione derivante dalla maggiorazione è utile al diritto ma non al calcolo della pensione, quindi, sarà considerata per gli anni di contributi utili al raggiungimento della misura pensionistica ma non sarà calcolata nell’importo dell’assegno.