Pensione invalidità: 5 anni gratuiti, di cosa si tratta?

-
06/09/2019

Pensione invalidità e maggiorazione contributiva di 5 anni, come influisce sulla pensione e di cosa si tratta, analizziamo la normativa vigente.

Pensione invalidità: 5 anni gratuiti, di cosa si tratta?

I lavoratori invalidi hanno diritto ad una maggiorazione contributiva coperta da contributi figurativi, analizziamo il quesito di un nostro lettore: Buon giorno volevo sapere, io ho 41 anni sono disabile al 46% lavoro a tempo indeterminato, quanti anni di contributi e anni anagrafici devo avere, mi avevano detto che 5 anni di contributi vengono abbonati. Naturalmente per andare in pensione

Maggiorazione contributiva invalidi: di cosa si tratta

Ai lavoratori con una percentuale di invalidità superiore al 74 per cento è riconosciuta una maggiorazione contributiva che corrisponde a due mesi di contributi figurativi per ogni anno di lavoro effettivo fino ad un massimo di cinque anni. La maggiorazione per essere riconosciuta bisogna presentare domanda all’Inps, non è automatica. Inoltre, la domanda va presentata contestualmente alla domanda di pensionamento. Questa maggiorazione è valida solo al diritto e non alla misura, questo significa che sono utili per il raggiungimento del requisito richiesto ma non sono validi ai fini del calcolo pensionistico.

È possibile scaricare il modulo da presentare per l’accredito contributivo della maggiorazione qui: Maggiorazione contributiva: il modulo AP 10 da compilare

È troppo giovane per poter stabilire quale misura pensionistica lei potrà accedere. Le ricordo che la pensione di vecchiaia per invalidità richiede un requisito anagrafico attuale di 61 anni per gli uomini e 56 per le donne, un requisito contributivo di un minimo di 20 anni  e una percentuale di invalidità uguale o superiore all’80 per cento. 

In pensione con invalidità e disoccupato, quali alternative

Per essere sempre aggiornati, seguiteci su: Facebook – Twitter – Gnews – Instragram e WhatsApp al numero +39 3515397062