Pensione invalidità e contribuzione utile, alcuni chiarimenti e possibilità

-
08/03/2020

Pensione invalidità quando è possibile fare domanda, quali sono i requisiti e la contribuzione utile, alcuni chiarimenti in base alle ultime disposizioni.

Pensione invalidità e contribuzione utile, alcuni chiarimenti e possibilità

Tanti i dubbi sulla pensione di invalidità e sui requisiti richiesti anche in virtù della maggiorazione contributiva per i lavoratori invalidi con una percentuale del 75%. Analizziamo alcuni aspetti rispondendo ai nostri lettori.

Pensione invalidità con il 72% e 57 anni di età

Buongiorno, io ho un invalidità civile del 72% ho 57 anni penso di avere più di 35 anni di contributi arriviamo alla domanda la mia invalidità non può ridurmi gli anni da lavorare ancora? La ringrazio per la consulenza

Risposta. La pensione di vecchiaia per invalidità nel settore privato è una misura a tutela dei lavoratori invalidi con una percentuale invalidante superiore all’80%. Oltre alla percentuale dell’invalidità sono richiesti il raggiungimento dei seguenti requisiti:

  •  un’età anagrafica se uomini di 61 anni, se donne a 56 anni;
  • un requisito contributivo minimo di 20 anni.

Quindi, lei rientra nel requisito anagrafico e contributivo, ma non può accedervi per la percentuale invalidante, in quanto è richiesta un valore superiore all’80%.

Se la sua situazione si è aggravata e non riesce a sostenere i ritmi lavorativi, può chiedere un aggravamento di invalidità. In questo caso può farsi consigliare dal medico curante.

Se invece lavora nel pubblico impiego, allora può fare domanda di inabilità lavorativa, si richiede quando il lavoratore si trova nell’assoluta e permanente impossibilità di svolgere qualsiasi mansione lavorativa.

L’inabilità deve essere accertata dalla Commissione Medica dell’Asl di competenza ai sensi dell’art. 13, Legge 274/91.

Maggiorazione contributiva utile per il pensionamento

Salve, stavo leggendo un articolo sui pensioni e ho trovato vostro mail, io volevo sapere per quanto riguarda gli invalidi civili con 75% di invalidità quanti anni di contributi servono e a quale età possono andare in pensione, io lavoro part-time pulizie banche. Grazie se mi rispondete

Risposta. Coloro che hanno un’invalidità superiore al 74% possono avere il riconoscimento della maggiorazione contributiva che consiste di 2 mesi 2 mesi di contribuzione figurativa per ogni anno effettivamente lavorato con invalidità.

La contribuzione derivante dalla maggiorazione è utile per il diritto al pensionamento ma non al calcolo della pensione. Questo significa che sarà considerata utile per gli anni di contributi al fine del raggiungimento della misura pensionistica ma non sarà considerata nel calcolo dell’assegno pensionistico.

La domanda va presentata all’INPS in maniera telematica compilando il modulo Cod. Ap10. Inoltre, la domanda di riconoscimento di maggiorazione contributiva per gli invalidi va presentata contestualmente alla domanda di pensione e non prima.

Anche nel suo caso per accedere alla pensione di vecchiaia di invalidità deve avere una percentuale superiore all’80% e un requisito contributivo di 20 anni.

Poi per tutto il 2020 è in vigore l’Ape sociale che per i lavoratori con invalidità uguale o superiore al 74% richiede un’età anagrafica di 63 anni e 30 anni di contributi. Se questa misura non sarà prorogata, scadrà il 31 dicembre 2020.