Pensione prima dei 67 anni: possibilità invalido

-
19/09/2019

Quali sono le possibilità per accedere alla pensione per un lavoratore invalido del settore pubblico?

Pensione prima dei 67 anni: possibilità invalido

Come abbiamo visto, rispondendo a precedenti quesiti posti dai nostri lettori, non sempre è facile per i lavoratori invalidi accedere ad una tipologia di pensione prima del compimento dei 67 anni di età in virtù della patologia invalidante. Anche se esistono diverse misure che permettono il prepensionamento degli invalidi tutte richiedono dei requisiti abbastanza stringenti. Cerchiamo di vedere il caso in questione.

 

Pensione invalido prima dei 67 anni

 
Un nostro lettore ci scrive: 
Buongiorno 
A febbraio 2020 compio 60 anni, maturo 37 anni di servizio come dipendente pubblico ( Romacapitale) più 3 anni in servizio cooperativa elettronica come operaio
Ho chiesto il ricongiungimento nel 1992
Sono invalido civile al 100% dal 2015 e ho la 104 
 
Quando posso andare in pensione ? 
Grazie
 
Purtroppo le uniche due misure che permettono un anticipo pensionistico ai lavoratori con disabilità superiore al 74% sono la quota 41 e l’Ape sociale.
La prima misura è accessibile solo dai lavoratori precoci, ovvero coloro che hanno maturato almeno 12 mesi di contributi derivanti da lavoro effettivo prima del compimento dei 19 anni di età.
L’Ape social, invece, richiede almeno 63 anni di età per l’accesso ed è in scadenza il prossimo 31 dicembre 2019.
Esiste per i lavoratori invalidi con percentuale superiore all’80% anche la possibilità di accedere alla pensione di vecchiaia anticipata a 61 anni ma la misura è preclusa ai lavoratori del pubblico impiego quale lei è.


Leggi anche: Fondo perduto 2021, pagamenti al via per la seconda e ultima tornata: coinvolti 1 milione di beneficiari

Per poter accedere ad una pensione prima dei 67 anni di età, quindi, lei può o chiedere pensione di inabilità oppure raggiungere i 42 anni e 10 mesi di contributi necessari per la pensione anticipata tenendo a mente che per i lavoratori invalidi è riconosciuta anche una maggiorazione contributiva di 2 mesi per ogni anni lavorato con invalidità (nel suo caso sono 4 anni e le spetterebbero 8 mesi di contribuzione figurativa).