Permessi legge 104 anche con assenze contemporanee dei genitori

Permessi legge 104 e genitori affidatari, si può fruire dei tre giorni mensili retribuiti? L’Avvocato risponde.

Permessi legge 104 possono fruirne i genitori affidatari? Esaminiamo il quesito di un nostro lettore: Gentili Signori, insieme a mia moglie sono padre affidatario di un ragazzo con invalidità grave (100%). Da poco il ragazzo ha compiuto 18 anni, ma il giudice dei minori di Bologna ha prorogato l’affidamento fino al 21.mo anno a causa della malattia in corso. Il ragazzo abita con me e mia moglie, solo che mentre loro due sono residenti a F., io ho la residenza in un appartamento a me intestato a R. (quindi diversi Comune e Provincia, a circa 20 km di distanza). Vorrei sapere se posso usufruire dei permessi di tre giorni lavorativi nella condizione sopra descritta. (Sia all’Inps sia al patronato non sanno darmi una risposta certa). La ringrazio molto per la delucidazione che mi fornirà. Saluti cordiali.

Permessi legge 104: genitori affidatari

Gent.mo Sigg.ri

In riferimento alle agevolazioni e benefici previsti dalla L. 104/92 hanno diritto i genitori, naturali, adottivi o affidatari di figli  portatatori di handicap gravi anche alternativamente tra di loro per tre gg di permesso retributivo anche continuativo al mese o frazionati in ore. I tre gg di permesso possono essere ripartiti anche con assenze contemporanee dei genitori stessi.

Cordialmente Avv. Fernanda Elisa De Siena

Avv. Fernanda Elisa De Siena

L'Avv. Fernanda Elisa De Siena del Foro di Roma, dove vive ed esercita, si occupa del diritto civile in senso ampio con specializzazione in diritto previdenziale e lavoro, famiglia e minori.