Permessi legge 104 di 12 giorni in più: validi per i lavoratori disabili, la circolare Inps

-
23/03/2020

Permessi legge 104 ed estensione di 12 giornate nei mesi di marzo e aprile, il messaggio Inps esclude i lavoratori disabili, in attesa di chiarimenti.

Permessi legge 104 di 12 giorni in più: validi per i lavoratori disabili, la circolare Inps

Il decreto Cura Italia prevede l’estensione dei permessi legge 104 art. 3 comma 3 di 12 giornate per i mesi di marzo e aprile rispetto ai 3 giorni mensili. Su questa misura ci sono state diverse interpretazioni sul sito del Governo nelle FAQ e nel messaggio Inps n. 1281 del 20 marzo 2020. Analizziamo le differenze rispondendo ad un nostro lettore. Articolo aggiornato con l’ultima circolare Inps del 25 marzo 2020.

Permessi legge 104: FAQ del governo

Nello specifico le faq del governo riportano: “che nei mesi di marzo ad aprile 2020 i permessi sono 18 in totale. Possono beneficiare dei permessi i lavoratori pubblici e privati che si trovano nella seguente posizione: i lavoratori pubblici e privati che assistono una persona con disabilità (art. 33, comma 3, legge 104/1992); i lavoratori pubblici e privati a cui è riconosciuta disabilità grave che hanno già diritto alternativamente al permesso orario o giornaliero (art. 33, comma 6, legge 104/1992). Le persone che hanno diritto a questi permessi possono scegliere come distribuire i 18 giorni nei due mesi (i giorni di permesso non “scadono” a fine mese)”.

Mentre il messaggio Inps esclude la possibilità di estensione ai lavoratori disabili. A breve lo dovrebbe confermare anche una circolare del Ministero. 


Leggi anche: Whatsapp dal 2021 smetterà di funzionare su questi cellulari

Decreto Cura Italia: messaggio Inps

Il messaggio INPS n. 1281 del 20 marzo 2020 riporta che i beneficiari sono esclusivamente i lavoratori caregiver: coloro che accudiscono un familiare disabile.

Per approfondire, consigliamo di leggere il:Permessi legge 104 e ulteriori 12 giorni: l’Inps spiega come fare domanda

Un lettore ci chiede:

Mi scusi, con il nuovo decreto L104 si sta’ creando confusione tra i dipendenti e le ditte, sarà valida solo per chi assiste il disabile a casa o anche per chi ha disabilita personale come me 85%?.Grazie anticipatamente.

A breve uscirà la circolare del Ministero che chiarirà effettivamente questa esclusione dei lavoratori disabili. Il messaggio Inps, come sopra riportato, esclude la possibilità ai lavoratori disabili che hanno diritto ai permessi legge 104 art. 3 comma 3, di beneficiare dell’estensione dei 12 giorni.

Appena ci saranno aggiornamenti li pubblicheremo. 

Aggiornamento circolare Inps n. 45 del 25 marzo 2020

E’ appena stata pubblicata la circolare n. 45 del 25 marzo 2020 – Congedo per emergenza COVID-19-  Estensione permessi retribuiti di cui all’articolo 33, commi 3 e 6, della legge n. 104/1992, per i lavoratori dipendenti del settore privato. Istruzioni operative

 punto 6. Estensione dei permessi retribuiti di cui all’articolo 33, commi 3 e 6, della legge n. 104/1992 per i lavoratori dipendenti del settore privato L’articolo 24 del decreto-legge n. 18/2020 ha previsto l’incremento del numero di giorni di
permesso retribuiti di cui all’articolo 33, commi 3 e 6, della legge n. 104/92, di ulteriori complessive 12 giornate usufruibili nei mesi di marzo e aprile 2020.

Conseguentemente, i soggetti aventi diritto ai permessi in questione potranno godere, in aggiunta ai tre giorni mensili già previsti dalla legge n. 104/1992 (3 per il mese di marzo e 3 per il mese di aprile), di ulteriori 12 giornate lavorative da fruire complessivamente nell’arco dei predetti due mesi.


Potrebbe interessarti: Canone Rai: come ottenere il rimborso procedura e modulo

I 12 giorni possono essere fruiti anche consecutivamente nel corso di un solo mese, ferma restando la fruizione mensile dei tre giorni ordinariamente prevista.

Le 12 giornate di cui all’articolo 24 del decreto in esame, così come i tre giorni ordinariamente previsti dall’articolo 33, commi 3 e 6, della legge n. 104/92, possono essere fruiti anche frazionandoli in ore.

La circolare chiarisce che possono fruire dei permessi tutti gli aventi diritto alla legge 104 art. 3 comma 3.

È possibile leggere qui la circolare: Circolare numero 45 del 25-03-2020