Permessi legge 104 e certificazione di effettiva presenza presso il familiare

-
11/02/2020

Permessi legge 104 art. 3 comma 3, la normativa stabilisce che il lavoratore che usufruisce dei permessi deve attestare l’effettiva presenza presso il familiare disabile.

Permessi legge 104 e certificazione di effettiva presenza presso il familiare

Il lavoratore che usufruisce dei permessi legge 104 per assistere il familiare con handicap grave ai sensi dell’art. 3 comma 3, deve presentare al datore di lavoro attestazione di effettiva presenza presso il domicilio del disabile. Molti dubbi in merito su quando e come deve essere presentata la certificazione di effettiva presenza, analizziamo la normativa rispondendo a una nostra lettrice.

Permessi legge 104 e certificazioni di effettiva presenza

Buonasera, mio marito usufruisce della legge 104 per il padre disabile. Mio suocero è in una casa famiglia dove l’assistenza infermieristica è garantita per 21 ore al di. Il datore di lavoro ha chiesto a mio marito di presentare una certificazione mensile della effettiva presenza in struttura nei giorni che usufruisce della legge. Vorrei sapere se l’azienda può richiedere tale certificazione. Grazie

Gentilissima, 

La legge 104 al comma 3-bis prevede che il lavoratore che usufruisce dei permessi per assistere il familiare con handicap grave, residente in un comune differente dal proprio e comunque ad una distanza superiore a 150 Km, deve attestare l’effettiva presenza presso il familiare. 

In riferimento alla distanza superiore a 150 Km, il lavoratore deve attestare l’effettivo raggiungimento del luogo dove risiede il familiare d’assistere presentando documentazione di viaggio idonea. (D.L. 119/2011)

A ribadire tale concetto sono la circolare del Dipartimento della Funzione Pubblica n. 1/2012 e la circolare Inps n. 32 del 6 marzo 2012, nelle quali viene evidenziato che il lavoratore ha l’onere di provare di essersi effettivamente recato presso il familiare, nei giorni della fruizione del permesso legge 104.

Quindi, anche se il familiare è ricoverato in struttura con assistenza medica e il datore di lavoro  chiede un’attestazione dell’effettiva presenza, a mio avviso la richiesta del datore di lavoro è lecita.  


Leggi anche: Pensioni e legge di bilancio 2021, riparte l’indennizzo ai commercianti