Permessi legge 104 per il familiare in struttura, differenza fra dipendenti pubblici e privati

-
14/11/2019

Permessi legge 104 art. 3 comma 3 per assistere un familiare ricoverato in struttura, le eccezioni si differenziano se dipendente pubblico o privato.

Permessi legge 104 per il familiare in struttura, differenza fra dipendenti pubblici e privati

Abbiamo trattato l’argomento dei permessi legge 104 per i familiari ricoverati in struttura h 24. La normativa stabilisce che non è possibile fruire dei tre giorni di permessi retribuiti per assistere il familiare con handicap grave (legge 104 art. 3 comma 3), se quest’ultimo è ricoverato a tempo pieno in struttura con assistenza sanitaria. La legge nel tempo non è variata, ma sono intervenute molte circolari che hanno modificato il presupposto normativo. Andiamo per ordine e cerchiamo di capire quali sono le eccezioni per la fruizione.

Fruizione dei permessi legge 104 per familiare ricoverato in struttura

Buongiorno, grazie se potete rispondermi.

Ho mia madre ricoverata in RSA da 5 anni. Ha 94 anni, sulla sedia a rotelle, non vedente  al momento è allettata da quasi un mese. Usufruisco della legge 104. Visto che in RSA il rapporto OS ospiti è 1 a 20 (questo prevede la regione Lazio) e quindi hanno qualche difficoltà a soddisfare i bisogni di tutti gli ospiti, (essere imboccati, cambio pannoloni ecc.), vorrei sapere se posso usufruire della 104 per aiutare mia madre ad essere imboccata o per alcuni servizi di  igiene personale. Per cortesia indicatemi dove vedere la vostra eventuale risposta.

Grazie mille

Eccezioni nella circolare Inps

Le eccezioni sono state racchiuse nella circolare INPS n. 32/2012, la quale specifica che il lavoratore che assiste il familiare con disabilità può usufruire dei permessi anche quando risulti documentato dai sanitari della struttura di ricovero il bisogno di assistenza da parte di un familiare. Questa eccezione era prevista solo per i minori come da circolare Inps 155/2010 al punto 3.(eccezione precedentemente prevista per i soli minori dalla circolare INPS n. 155/2010 – punto 3). Mentre, per quanto riguarda i pubblici dipendenti, questa possibilità sussiste solo nel caso in cui il familiare da assistere è un minore come prevede la circolare del D.F.P. n. 13/2010.


Leggi anche: Bonus Natale 2020, in arrivo un cashback da 150 euro: cos’è, come funziona e come ottenerlo

Permessi legge 104 per il familiare ricoverato in struttura: eccezioni

Risposta

Nel caso esposto, quindi se i sanitari della struttura dove sua madre è ricoverata, certificano che ha bisogno di assistenza da parte di un familiare, lei può accedere ai permessi legge 104 art. 3 comma 3, solo se un dipendente del settore privato, come sopra menzionato tale disposizione non è ammessa per i dipendenti del pubblico impiego, tranne che non si tratti di un minore.