Servizio trasporto disabili: lo prevedono tutti i Comuni?

-
18/09/2019

Cosa fanno i disabili che non guidano e non hanno un familiare pronto ad accompagnarli per visite mediche e terapie? Vediamo il servizio di trasporto gratuito.

Servizio trasporto disabili: lo prevedono tutti i Comuni?

Non sempre le persone con disabilità hanno a disposizione un familiare che le accompagni alle visite mediche, alle terapie o semplicemente per fare una passeggiata nel tempo libero. Molti disabili, inoltre, fanno molta fatica a utilizzare i trasporti pubblici e per questo motivo alcuni Comuni hanno messo a disposizione un servizio gratuito di trasporto per i cittadini disabili.

Trasporto gratuito disabili

A tal proposito una nostra lettrice ci ha scritto:

La sottoscritta invalida civile 100/100 con accompagnamento e Legge 104, a trova spesso a ricorrere a visite e accertamenti presso ospedali e a cicli di riabilitazione presso un Centro Fisioterapico. Poiché la mia deambulazione è molto ridotta, sono impossibilitata ad usare i mezzi pubblici e devo ricorrere ad auto mediche o a privati che logicamente richiedono di essere pagati. Al Centro Fisioterapico trovo persone portate dai mezzi comunali. Mi sono rivolta al mio Comune, ma ho ricevuto la risposta che non è previsto questo servizio. A tal fine chiedo se sia giusto che solo il mio Comune neghi tale servizio e se questo è previsto dalla Legge 104 per grave invalidità. Ringrazio anticipatamente per la vostra cortese risposta e mi complimento per la vostra provata professionalità. Distinti saluti.

Il trasporto per persone disabili non sempre è offerto dal Comune ma molto spesso sono associazioni a prevederlo gratuitamente per esigenze occasionali, come visite mediche, terapie ma anche per attività legate al tempo libero.

Servizio trasporto disabili

Ovviamente l’erogazione del servizio è nei limiti del personale e dei mezzi di trasporto delle associazione va prenotato con un certo anticipo, quindi, per non rischiare di trovarsi scoperti.

Se il suo Comune non offre tale servizio, quindi, potrebbe informarsi con una ricerca su Internet sulle associazioni che lo offrono nella sua zona.

So che in alcune città il servizio è offerto anche dalla Croce Rossa Italiana con il progetto “Croce Rossa per te” che permette il trasporto in ambulanza o in auto a tariffe agevolate per chi sottoscrive la quota associativa.


Leggi anche: Reddito di cittadinanza, reddito di emergenza e cassa integrazione, dati boom per il Covid: novità e aggiornamenti Inps sugli ultimi pagamenti