Speciale invalidità e legge 104: congedo straordinario

-
16/02/2020

Tutte le notizie della settimana riguardanti la legge 104, l’invalidità, la pensione degli invalidi e gli aiuti alle famiglie che s prendono cura dei soggetti con handicap grave.

Speciale invalidità e legge 104: congedo straordinario

Nella rassegna di oggi ci soffermeremo su tutti gli argomenti correlati all’invalidità, dai metodi di pensionamento alle agevolazioni legate alla legge 104, passando per il congedo straordinario retribuito, i 3 giorni di permesso mensile, Caragiver 2020, l’iniziativa che aiuta chi si prende cura di un familiare con disabilità e UGO. Vediamo tutte le novità della settimana.

Congedo straordinario

Il congedo straordinario retribuito permette al lavoratore che si prende cura del familiare gravemente disabile in base alla legge 104, articolo 3, comma 3, di assentarsi dal lavoro per un massimo di 2 anni ricevendo un’indennità pari all’ultima retribuzione base, mantenendo il proprio posto di lavoro e la mansione svolta. Ma il congedo straordinario retribuito, regolato dalla legge 151/2001, si può cumulare con altri permessi? Scopriamolo nell’articolo: Congedo di due anni retribuito: cumulabile con altri permessi.

Il congedo straordinario, inoltre, richiede la convivenza con il familiare disabile. Essa può non essere rispettata dai genitori che assistono un figlio con disabilità e da chi richiede dimora temporanea presso il comune di residenza del disabile. Vediamo quale documentazione è necessaria: Congedo con legge 104 di due anni con la coabitazione, i documenti.

Pensione Invalidi

La pensione di vecchiaia anticipata permette ai lavoratori con invalidità pari o superiore all’80% di accedere al pensionamento con un congruo anticipo (6 anni di anticipo per gli uomini, 11 anni di anticipo per le donne rispetto alla pensione di vecchiaia). Molte volte questa misura non è conosciuta e alcuni nostri lettori, inconsapevoli della possibilità, ci chiedono se possono accedere al pensionamento con questa o quella misura, come accade nell’articolo: Pensione con RITA o a 56 anni? Indaghiamo sulle possibilità.


Leggi anche: Whatsapp dal 2021 smetterà di funzionare su questi cellulari

L’assegno ordinario di invalidità può essere richiesto dai lavoratori con una riduzione della capacita lavorativa ridotta ad un terzo (minimo 67% di invalidità civile), che abbiano maturato almeno 5 anni di contributi, di cui almeno 3 anni nel quinquennio precedente la domanda. Essendo l’assegno IO una vera e propria pensione, dopo il terzo  rinnovo, si trasforma automaticamente in pensione di vecchiaia alla maturazione dei requisiti. L’assegno non permette, però, l’accesso alle pensioni anticipate. Vediamo le alternative nell’articolo Assegno ordinario di invalidità e pensione di vecchiaia anticipata.

Ci arrivano molte domande sulla possibilità di anticipare la pensione con la legge 104, ebbene, rispondiamo ai nostri lettori verificando quando è possibile considerando anche il settore lavorativo (pubblico e privato). Leggiamo una carrellata di risposte nell’articolo: Pensione con legge 104: 67%, 85% e rendita, le possibilità fra pubblico e privato.

UGO

UGO è una piattaforma innovativa nata nel 2017 per colmare la mancanza di un servizio di assistenza alla persona su misura e personalizzato, dedicato a coloro che convivono con delle fragilità: anziani, disabili, persone con patologie croniche invalidanti e con limitazioni all’autonomia anche temporanee, ad esempio dopo un infortunio. UGO è un operatore in carne e ossa che ti affianca per il tempo necessario, in base alle tue specifiche necessità. Tutti gli operatori sono altamente qualificati: l’obiettivo del servizio è garantire un insieme di prestazioni complete ed efficienti, ma soprattutto adattabili alle esigenze concrete della persona da assistere e della sua famiglia. Approfondiamo nell’articolo: UGO: accompagnamento per anziani e disabili.

Caregiver 2020

Il Comune di Bologna con l’aiuto di GCIL, CISL e UIL stanzia un milione di euro per supportare i caregiver. Dal 2020, infatti, le famiglie che hanno a carico un disabile non autosufficiente potranno contare sull’aiuto del Comune grazie al progetto “Caregiver 2020” con il quale si offre un sistema di sostegno ed aiuto alle famiglie che si fanno carico della cura e dell’assistenza di un disabile o di un anziano non autosufficiente. Vediamo di cosa si tratta nell’articolo: Caregiver 2020: servizi di consulenza, trasporti e aiuti in casa per famiglie con disabili


Potrebbe interessarti: Canone Rai: come ottenere il rimborso procedura e modulo