Studentessa chiede permessi legge 104 per assistere il familiare

Una studentessa chiede i permessi per assistere il familiare con legge 104: analizziamo se è previsto dalla normativa.

Buongiorno, purtroppo non so a chi rivolgermi. Sono una studentessa di 26 anni in una scuola paritaria, ho quasi superato il monte ore di assenza e in casa ho mio padre disabile al 100% con legge 104 art 3 comma3; mio padre non mi ha fatto un contratto ma sono l’unica che si prende cura di lui, possibile non esistano permessi per noi studenti che dobbiamo prenderci cura di un familiare? La scuola dice che sul regolamento scolastico del MIUR non esista nulla di tutto ciò. Tengo a precisare che le mie assenza non hanno influito sui voti vi prego aiutatemi voi perché io non so più dove sbattere la testa.

Studente chiede permessi per assistere il familiare con legge 104

In effetti non esiste una normativa che prevede che uno studente possa avere delle agevolazioni se assiste un familiare con handicap grave. Viceversa lo studente con legge 104 può vantare agevolazioni in vari settori.

L’unica cosa che può fare è rivolgersi direttamente all’istituto scolastico documentando con certificazioni mediche che attestino la disabilità di suo padre e l’assistenza continua. Dalla documentazione dovrà risultare che non c’è nessun altro familiare che se ne può occupare. Questo ultimo punto è fondamentale, in quanto se c’è nel nucleo familiare oltre a lei un altro familiare (ad esempio sua madre), che può accudire suo padre, non avrà nessuna speranza di essere ascoltata.  Invii una domanda tramite raccomandata o Pec (posta certificata) sia alla scuola paritaria, sia al Provveditorato degli studi di appartenenza.

Questo è un tentativo, non essendoci una normativa di corrispondenza, dovranno valutare la sua posizione. 

Se le fa piacere mi faccia sapere come è andata. 

Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Angelina Tortora

Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”